Riflessioni-------------------------------

In questa pagina, troverai riflessioni,commenti,dichiarazioni e opinioni

su argomento ufologico o astronomico e affini, da parte del Presidente o associati C.A.U.o personaggi famosi.

 

 Alieni e noi

Mi trovo più volte a dover rispondere alla solita domanda " Ma se esistono, perchè non si fanno vedere apertamente ?" Domanda generalmente espressa da chi di ufologia si è interessato marginalmente o addirittura sporadicamente,in pratica da chi di ufo ne ha sentito parlare solo tramite internet o TV.

Sinceramente ci sarebbero diverse risposte esaudienti, ma che presuppongono una conoscenza astronomica e sociale di base minima, almeno.

Ma, in questi ultimi anni, sinceramente non mi va più di rispondere in modo logico semplicemente perchè è evidente la totale stupidità di chi rivolge questa domanda. Guardiamoci in torno, ma chi vuole palesarsi con una razza così retrograda, bellicosa,egoista,presuntuosa, corrotta? Se fossi un alieno, mi guarderei dal prendere qualsiasi contatto con simili esseri.

Si certo non siamo tutti cosi. Ma credetemi il potere, i "Capi" sono proprio così e li abbiamo anche messi li a rappresentarci. Questo potrebbe essere uno dei motivi per cui presunti alieni, prendono contatti con persone umili e di poco conto (su questo argomento sono molto cauto).

Ancora una volta vorrei suggerirvi di spostare la vostra attenzione, e invitarvi a farvi un'altra domanda: Perchè gli alieni dovrebbero mettersi in contatto con noi? Quali vantaggi ne trarrebbero? Ma siamo proprio così importanti come esseri , rispetto l'enormità esistente nell'universo? Ma quanto possiamo essere interessanti, noi minuscoli esseri abitanti di un minuscolo pianetino di un minuscolo sistema solare di una qualsiasi galassia tra le milioni esistenti in questo infinito universo che forse non è neanche l'unico? Ma per piacere... Scendiamo dal piedistallo e cerchiamo piuttosto di crescere civilmente. Comincia con il rispettare di più il tuo prossimo. Lascia perdere gli alieni. Ti basti sapere che ci sono , sono molti e molto più intererssanti. E senz'altro più civili. Per questo non si palesano.

Tiberio Guglielmi 30.12.2009

 

 

NULLA DI NUOVO PER NOI.

La Puntata di Domenica 25.10.09 condotta da Enrico Ruggeri , cantante che negli ultimi anni si è avvicinato alla tematica dei Misteri in genere e Ufologici in particolare, ha dato qualche spunto in più per chi di questo argomento si è interessato marginalmente. Ma per chi da anni se ne occupa seiamente , nulla di nuovo. Da parte mia è sato anche un po noioso, salvo qualche momento per quel che riguarda i fotogrammi di immagini di alieni in formato spirito/fantasmatico. Tutto sommato servirà solo a dare altro materiale di discredito da parte dei soliti  Cecchibuffone e dei Machicicapcrede.

Tiberio Guglielmi

Tre per cento



 

di: Zret

Tre per cento: secondo alcuni autori, è questa la ridicola percentuale di civiltà aliene che si possono considerare benevole o forse addirittura neutrali. Altri ricercatori calcolano che le star nations evolute costituirebbero circa un quarto dei popoli non terrestri. Precisato che su tali computi non abbiamo alcuna certezza, resta come orientamento ormai prevalente dell'Ufologia quello che tende a considerare la maggior parte degli alieni come malvagi, sino all'ipotesi estrema definita monopolare.

Si tratta di conclusioni che si basano su testimonianze, resoconti di vario tipo, inferenze, indizi, ipotesi. Talora una particolare visione del mondo induce alcuni studiosi a vedere negli extraterrestri soltanto dei demoni. Vorrei qui riflettere su due aspetti di questa intricata questione esobiologica. In primo luogo, i cosiddetti extraterrestri sono veramente creature provenienti da lontane costellazioni ?

Negli ultimi anni, molti ricercatori hanno concluso che questi esseri non provengono da pianeti extrasolari, ma da dimensioni parallele: sarebbero, in effetti, esseri interdimensionali penetrati in massa (già, però, nel passato essi si intrusero) nel nostro mondo attraverso varchi, portali apertisi forse a causa delle esplosioni nucleari in atmosfera o in seguito ad operazioni occulte. I celebri Grigi inoltre, come affermato da Philip Corso e confermato in seguito da altre indagini, sarebbero androidi e non esseri biologici. Se così fosse, i veri extraterrestri o non sarebbero mai giunti sul nostro pianeta oppure sarebbero un'esigua minoranza formata da star people in conflitto con demoni e con i Grigi. È uno scenario che vede contrapposti in un duello cosmico extraterrestri evoluti e sinistri esseri interdimensionali ? Tale duello è riconducibile, ad esempio, alla lotta nei cieli tra angeli del Bene ed angeli ribelli o alle guerre tra Deva e Asura della tradizione indiana ?

Assistiamo forse, come ho già avuto modo di osservare, alla demonizzazione di quelle poche civiltà non ostili per opera della sinarchia, i cui esponenti più pericolosi, sono soggiogati da entità negative che intendono sbarazzarsi, una volta per tutte, di chi contrasta i loro diabolici piani, ossia le poche persone libere, sostenute, pur a loro insaputa, nella maggioranza dei casi, da esseri evoluti.

In tale contesto, occorre rileggere il problema dei rapimenti: sono per lo più perpetrati dai militari come sostiene, tra gli altri, Steven Greer ? Non dubito che i militari posseggono sofisticate tecnologie per creare situazioni fittizie riconducibili ad astronavi aliene e ad esseri di altri mondi cui addossare la responsabilità in toto delle abductions. Non dubito che alcuni militari sono artefici di nefandezze di ogni tipo e che non si peritano di compiere le azioni più deplorevoli, accreditando di sé, nel contempo, un'immagine di patrioti e di difensori di nobili ideali.

Non si può certo escludere che esistano extraterrestri perfidi, ma da costoro ci potranno mai difendere i governi del pianeta, famigerati esecutivi distintisi per ipocrisia e per scelleratezza? Ci potranno mai difendere i militari delle varie nazioni che agitano lo spauracchio, insieme con vari capi di stato, della minaccia aliena ? Gli alieni sono una minaccia ? Potrebbe darsi, ma alla fine, se sono criminalizzati da uomini di governo e dai generali, mi sorgono moltissime perplessità. Certamente, invece, sono una micidiale e concreta minaccia per i cittadini i governi del pianeta ed i loro alleati-controllori, gli Arconti interdimensionali.

Data articolo: maggio 2008
Fonte:
Zret

"La fede in Cristo non è incompatibile con Ufo ed extraterrestri"

LONDRA ­ E.T. e i suoi fratelli esistono davvero, non sono né un'invenzione della mente umana né una congettura e probabilmente sono più evoluti di noi. A darci queste rivelazioni dallo spazio non è un appassionato di fenomeni paranormali, ma padre Corrado Balducci, della congregazione per l'evangelizzazione dei popoli, teologo molto stimato in Vaticano e amico personale del Papa.
In un'intervista che farà da appendice al suo libro che verrà pubblicato in Italia la prossima settimana e di cui The Times ha dato ieri delle anticipazioni, il religioso ammette senza alcun dubbio l'esistenza degli alieni, precisando però che non c'è alcun contrasto né teologico, né morale, né di alcun tipo tra il fatto di credere negli extraterrestri e la fede in Cristo. Sono insomma realtà che si possono integrare, anche perché, fa notare il teologo del Vaticano, nel Nuovo Testamento c'è un passo con scritto che Cristo è il re dell'Universo, non solamente del mondo.
Balducci sostiene che è sbagliato asserire che i racconti fatti su incontri ravvicinati con gli extraterrestri sono poco credibili.
"È invece ragionevole credere e affermare che gli alieni esistono ­ racconta nell'intervista l'eminente figura dell'entourage del sacro pontefice ­ le loro esistenze non possono essere negate più a lungo, perché ci sono troppe evidenze dell'esistenza degli extraterrestri e dei dischi volanti".
Non c'è spazio per altre interpretazioni: quello che padre Balducci vuole invece sottolineare, oltre a quelle sue idee che peraltro aveva già avuto modo informalmente di esternare, è che non c'è ­ non ci sarebbe ­ un rapporto di sfida tra i cosiddetti marziani e gli esseri umani, tra le loro convinzioni morali ed etiche e le nostre convinzioni religiose. Gli insegnamenti di Cristo non sarebbero dunque, a dire del teologo, in pericolo.
"Fatti come l'esistenza dei dischi volanti ­ afferma padre Balducci nell'appendice del suo libro che si intitolerà "Conferme" ­ indicano che gli alieni si sono evoluti più rapidamente degli esseri umani. Ma anche se si scoprisse che gli extraterrestri sono in qualche modo superiori agli umani, questo non metterebbe in dubbio gli insegnamenti del Cristianesimo".
Tesi senza dubbio per molti lettori assai particolare, per tutti coloro che non si interessano di fenomeni paranormali e non vanno al di là dell'evidenza, che sembrano però una vera e propria legittimazione di E.T. e dei suoi amici dello spazio.
Ma il religioso nel volume di prossima pubblicazione vuole anche dare un supporto teologico alle tesi che con particolare passione sta portando avanti ed offrendo alla riflessione della pubblica opinione. Balducci riferisce nell'intervista di un passaggio nel Nuovo Testamento in cui San Paolo parla di Cristo come re dell'Universo e non come re del mondo. "Questo significa ­ precisa il teologo ­ che ogni cosa nell'Universo, compresi gli extraterrestri, sono conciliabili con Dio".
Padre Balducci, oltre ad essere un membro ufficiale della famiglia papale, è anche un rinomato esorcista e un esperto di demonologia. Dal 1964 negli annuari vaticani è registrato come "prete d'onore". Ha già scritto due volumi incentrati sulla figura del Diavolo, argomento anch'esso particolare. E adesso naturalmente Conferme che con l'uscita non mancherà senz'altro di fare scalpore.
La sua prima domanda a un alieno sarebbe relativa alla concezione che essi hanno di Dio. Nella sua analisi Balducci non si ferma a questo e va avanti:
"È molto importante accordare credito ai racconti dei testimoni oculari ma bisogna stare molto attenti ad assicurarsi che siano realmente autentici. Ho sentito gente che ha detto di avere avuto dei contatti, ma erano persone che sfortunatamente non erano stabili mentalmente".
Insomma, gli alieni, lo dicono i fatti nel tempo, esistono, ma bisogna stare attenti alle falsificazioni.

NOTE:

da: "il Giornale" ­ 30 Agosto 1998
Nel suo ultimo libro il teologo, amico personale del Papa, sostiene di credere negli alieni provenienti da altri universi. 

da: "il Giornale" ­ 30/08/98
Articolo di Giovanni Giacchi

 

 

 

Home page gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!