Filmato UFO aeroporto Parigi

ufo parigi189 Jul. 30 14.02

 

 

 

 

 

 

Dopo i dati telefonici di astronauta dell'Apollo 14 Dr.Edgar Mitchell  nel canale televisivo statunitense esistono "Fox News" alieni. Questo fatto era già da lui conosciuto  da 60 anni.

Conferma  l'accaduto  dell' UFO a Roswell nel 1947. Da allora, il governo "copre" insabbia gli eventi di quel tempo. Testimoni locali sono poi stati gravemente minacciati.

Presumibilmente anche un ufficiale dei servizi segreti che aveva confermato l'incidente UFO al Pentagono.

Il nome del funzionario non viene rivelato  da  Mitchell. ( ancora troppo rischioso rivelarlo ? )

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Gi7sdA8M34E

 

Straordinario Filmato UFO del 2010

 

http://danilo1966.iobloggo.com/445/cile-clamoroso-caso-ufo-divulgato-dal-cefaa--

 

A STUDIO  APERTO

http://http://www.video.mediaset.it/video/studioaperto/edizione_servizio/289151/gli-ufo-esistono-ecco-le-prove-gli-x-files-di-un-generale-cileno.html
 

 

 

UFO? durante il recente catastofico terremoto in Giappone.

Vedi il filmato

http://www.clandestinoweb.com/number-news/13818-terremoto-giappone-ufo-durante-lo-tsunami.html

 

 

Allarme a Quarna Sotto, in provincia di Verbania. Ma la paura per un'invasione aliena è rientrato dopo poco quando ci si è accorti che si trattava solo di un fenomeno naturale.

 

 

 

Ufo a Lago d'Orta: è allarme
Vicino il lago d'Orta sono apparse nel cielo strane formazioni che facevano pensare a navicelle aliene:, dove sono apparse queste "strane" nubi. Ebbene dopo qualche momento di apprensione (p speranza, dipende dai punti di vista) ci si è resi conto che si trattava di altocumuli lenticolari che si erano formati per un flusso d'aria verificatosi sopra le cime alpine. Queste nubi di solito si formano quando ci sono forti venti in quota.Allarme a Quarna Sotto, in provincia di Verbania. Ma la paura per un'invasione aliena è rientrato dopo poco quando ci si è accorti che si trattava solo di un fenomeno naturale.
 
 
 

 

STARCHILD SKULL: NON E' TERRESTRE!

 
Analisi di laboratorio provano che il padre dell'essere a cui apparteneva il famoso cranio 'Starchild' non era di origine umana. Il DNA lo confermerebbe. Secondo Lloyd Pye presto arriveranno conferme ufficiali di un laboratorio accreditato che ha eseguito le analisi.

Finalmente è stato svelato il DNA nucleare dello 'Starchild'.

Il ricercatore Lloyd Pye tramite la pubblicazione della seguente mail rende note le incredibili scoperte a conferma che l'ormai noto teschio 'Starchild' non è del tutto umano:
La scorsa settimana mi sono incontrato con il genetista che ha lavorato sul DNA dello Starchild. Mi ha spiegato che ora si può provare che il teschio dello Starchild non è interamente umano, come da noi sostenuto per anni. Ora non si tratta di una questione di "se", ma di "quando" e "come" si è sviluppata questa nuova stupefacente realtà.

Nel 2003 riuscimmo ad eseguire l'analisi del DNA per quanto riguarda la parte umana per poi recuperare il DNA mitocondriale dello Starchild, il DNA al di fuori dei nuclei, che proviene dalla madre e dalla sua linea genetica. Ciò significava che la madre era di origine umana. Ma non siamo siamo stati in grado di recuperare il DNA nucleare, che proviene sia dalla madre che dal padre, il che significava che suo padre non era un essere umano. Purtroppo, con la tecnologia del recupero del DNA del 2003 non potemmo dimostrare che cosa era in realtà, lasciandoci in un limbo scientifico. L'assenza del risultato della ricerca nucleare del DNA chiaramente significava che il padre non era umano, ma non potemmo dimostrarlo a pieno.

 

Ora, nel 2010, ci sono stati profondi miglioramenti nel processo di recupero DNA, e quei miglioramenti sono stati applicati al cranio dello Starchild ottenendo un sorprendente risultato. Il documento qui sotto mostra un chiaro e completo recupero nucleare del DNA, che non poteva essere eseguito nel 2003.

Confrontando i risultati con le informazioni della banca dati nazionale del National Institute of Health, che funge da archivio centralizzato di tutte le informazioni genetiche generate dai genetisti in tutto il mondo, e che ora copre essenzialmente tutti gli organismi viventi sulla terra, partendo dai vari virus, batteri, vari tipi di crostacei, pesci e tutti i tipi di animani e piante per concludere le scimmie e gli esseri umani, possiamo avere chiare risposte.

Per molte specie, uomo incluso, esistono già sequenze nucleotidiche che coprono interi genomi. Pertanto, le sequenze del DNA dello Starchild può essere direttamente confrontato con questo vasto database per cercare similitudini.

Facendo un confronto con i dati a nostra disposizione si può notare ad esempio nella figura 1 come dalle 265 coppie base il DNA nucleare dello Starchild si abbina perfettamente con il gene umano del cromosoma 1 - la madre.

FIGURA 1

Nella figura 2 invece arrivano le incredibili sorprese. Non esiste nessuna rilevante somiglianza paragonate ad una del 342 stringhe base che fungono da riferimento - il padre. Questo risultato è sorprendente in quanto non è possibile recuperare nessuna coppia di tratto base in quanto non ne esiste copia o riferimento nell'archivio del National Institute of Health. Ciò significa che mai fino ad ora è stato trovato un corollario terreno per questa analisi. Questa incredibile anomalia farà entrare il cranio dello Starchild nei libri di storia!

FIGURA 2

Questo risultato è stato verificato più volte e i diversi frammenti analizzati non possono essere abbinati a nulla di conosciuto. Nonostante ciò, la maggior parte degli scettici, sicuramente non cambiando posizione diranno che si tratta di un qualcosa di terrestre incomprensibile, o frutto di un errore, perché semplicemente nella visione del loro mondo, non può essere vero.

Per fortuna, i loro belati di protesta possono essere facilmente superati eseguendo la ripetizione del risultato, traendo informazioni dai vari frammenti tratti dal cranio dello Starchild. Secondo il genetista che ha ottenuto questi risultati nelle prossime settimane e mesi molti cercheranno di vederci chiaro, ripetendo i test per poi scoprire che il genoma del teschio non proviene dalla terra.

Vorrei aggiungere che per ora non posso rivelare il nome del genetista, né dove lavora fino a quando non saremo pronti formalmente a presentare i suoi risultati al mondo.Tuttavia si tratta di un professionista ben consolidato professionalmente e la struttura in cui opera è di grandi dimensioni ed è molto credibile. Non vogliono essere bombardati dai media fino a quando tutto non sarà preparato, e nemmeno io del resto. Il sogno si sta avverando.


Lloyde Pye

La 'storia' del ritrovamento del teschio.

Tratto da Wikipedia, l'enciclopedia libera: http://it.wikipedia.org/wiki/Starchild

Starchild (in italiano "bambino delle stelle") è il nome assegnato ad un teschio scoperto intorno al 1930 da una giovane messicana in una miniera abbandonata.

Il cranio apparteneva ad uno scheletro sepolto all'interno di un tunnel, sembra accanto ai resti di una donna matura[1].
Ray e Melanie Young, i proprietari del teschio, nel 1999 hanno fondato un'associazione non a scopo di lucro denominata The Starchild Project.

Ritrovamento
Il teschio di Starchild (Starchild skull) entrò in possesso di Ray e Melanie Young[2] di El Paso (Texas); in seguito lo avrebbero affidato allo scienziato e scrittore Lloyd Pye nel febbraio 1999.[3]. Secondo Pye, il teschio sarebbe stato rinvenuto intorno al 1930 da una ragazzina di circa 13-15 anni in Messico, nel tunnel di una miniera a circa 160 km a sud-ovest da Chihuahua. Il teschio sarebbe stato sepolto di fianco a un normale scheletro umano coricato sulla schiena, supino [1], probabilmente appertenuto a una donna amerinda morta approssimativamente all’età di 20-30 anni.

Caratteristiche
Il teschio è stato sottoposto alla datazione con il carbonio-14 (grazie al quale si è stabilita la sua età di 900 anni), analisi a raggi X, al microscopio atomico e TAC. L’analisi ha confermato che il teschio è composto da idrossiapatite di calcio, cioè il materiale del quale è composto il normale osso umano.

In base alle analisi effettuate sulla mascella destra superiore, pare che il cranio fosse appartenuto a un bambino di età compresa tra i 4 e i 5 anni; tuttavia il volume cerebrale ammonta a 1600 cm³, ovvero a 200 cm³ in più rispetto alla media di un cervello umano adulto e 400 cm³ in più di un adulto con un cranio della stessa grandezza.

Il teschio presenta diverse evidenti anomalie:
• l'area parietale sporge da entrambi i lati delle orbite senza alcuna traccia di tempie normali;
• le cavità oculari sono troppo poco profonde rispetto alla norma;
• le orbite sono ovali e completamente cave;
• i canali del nervo ottico sono deviati in basso ed in dentro in modo da rendere molto inverosimile la mobilità del normale bulbo oculare[8];
• l’attaccatura del collo è in posizione anomala;
• i seni paranasali frontali sono assenti e la superficie è regolare dalle arcate sopraccigliari fino all'inizio del setto nasale.
Tali caratteristiche indicano che il bambino era affetto da defomazioni congenite del cranio. Secondo Steven Novella, il bambino soffriva di idrocefalo non curato. Adelina Chow, avvalendosi del parere di medici specializzati, ha concluso che "Starchild" "soffriva di vari difetti umani congeniti" che avevano causato una pronunciata brachicefalia e un'anomalia della sutura frontale.

Sul cranio è stata eseguita un'analisi del DNA al BOLD di Vancouver nel 1999. Tale esame ha mostrato la presenza di cromosomi X e Y, confermando quindi che "Starchild" era un bambino di sesso maschile. Un successivo esame del DNA mitocondriale eseguito nel 2003 ai laboratori della Trace Genetics ha indicato che il cranio di "Starchild" e quello trovato insieme ad esso appartenevano a diversi aplogruppi amerindi e quindi la donna il cui cranio era vicino a quello di "Starchild" non poteva esserne la madre.

Starchild nella pseudoscienza
Sulle caratteristiche inconsuete del cranio sono state fatte anche speculazioni pseudoscientifiche. Lloyd Pye, ravvisando una somiglianza tra la forma del cranio di "Starchild" e quella attribuita agli alieni Grigi, sostiene che "Starchild" fosse un ibrido umano-alieno. Pye e chi segue la sua tesi rammentano che l'esame del DNA mitocondriale del 2003 non ha dato informazioni sul padre che quindi, a loro dire, potrebbe essere non umano.

 

Traduzione, adattamento e recupero informazioni a cura dello staff di http://ufoplanet.ufoforum.it/

Articolo originale
Su:
starchildproject

Fonte: Ufo Planet

 

 

 

Filmato Ufo a Rio do Brazil

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                         

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

http://www.facebook.com/group.php?gid=144684541374

www.youtube.com/watch

 c

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Filmato UFO su Roma

www.facebook.com/l/d6122;www.segnidalcielo.it/UFO_ROMA_2010.html

 

 

 

 

QUEI SEGNALI

PROVENGONO DALLE ASTRONAVI

SU SATURNO

 

In una intervista al dott. Norman Bergrun, da parte di un ricercatore e giornalista di UFO Magazine è trapelata la notizia che:

 

 

IL SEGNALE CAPTATO DALLA SONDA CASSINI PROVENIVA DALLE ASTRONAVI

 

ALIENE IN ORBITA SU SATURNO!!

 

foto in alto: immagine del segnale registrato dalla Sonda spaziale Cassini in orbita vicino Saturno

 

 

 

Chi è Normann Bergrun

 

Bergrun ha lavorato come ricercatore alla NASA per 12 anni - poi alla Lockheed Missili e Space Company (ora Lockheed Martin), dove era responsabile della pianificazione e analisi delle prove di volo per la Marina di lancio dei missili Polaris. Durante i suoi tredici anni alla Lockheed, egli ha anche servito in qualità di scienziato responsabile per le applicazioni satellitari e spaziali.

Norman Bergrun aveva intrapreso uno studio dettagliato di immagini della NASA provenienti dalle sonde spaziali Voyager 1 e Voyager 2 inerenti fotografie degli anelli di Saturno. Egli ha scoperto come gli anelli sono formati da emissioni elettromagnetiche emergenti da gigantesche veicoli (EMV) e che questi sono controllati da una forma di intelligenza extraterrestre.

In uno studio pubblicato sul suo libro "Ringmakers of Saturno"  mette in risalto ricerche effettuate su molte immagini fotografiche  a colori provenienti da Saturno  ma di fonte NASA. Al Dr Bergrun vanno le congratulazioni della comunità di ricercatori, per le sue migliaia di ore di studio e la documentazione delle sue conclusioni.

SU SATURNO CI SONO GIGANTESCHI VELIVOLI SPAZIALI!!

"I misteriosi segnali captati dalle sonde spaziali come le vecchie Voyager 1 e 2 e la super tecnologica Cassini Huygens,sono la dimostrazione della presenza di Giganteschi veicoli spaziali che sono operanti nelle vicinanze di Saturno, il secondo pianeta più grande del nostro sistema solare. E non solo!
La presenza di tali veicoli ET è sicuramente uno dei più importanti ... Segreti di scoperte fatte nello spazio.
Grandi veicoli cilindrici, appartengono ad una sconosciuta e altamente sofisticata civiltà extraterrestre;  questi sono
presenti anche nelle regioni di Marte e Luna." (N. Bergrun)

Una enorme ombra di un astronave aliena che si proietta sul suolo di Marte

Nel 1996, il nostro grande telescopio spaziale Hubble era alla ricerca di nuove Lune su Saturno e Giove. ma quel giorno il telescopio ha avuto modo di fare delle fotografie a infrarossi di Saturno e proprio sulle quelle fotografie, sono stati scoperti misteriosi veicoli, di origine sconosciuta, che potrebbe essere Astronavi madri o comunque, un certo tipo di grandi vettori di trasporto alieni.

foto scattate dallo Space Hubble Telescope nel 1996


Una di queste misteriose astronavi sembra avere un diametro vicino a quello della Terra e un altra ha più di cinquanta mila chilometri di lunghezza! Nel suo libro "Ringmakers di Saturno" il dottor Norman R. Bergrun, in collaborazione con Walter Vincenti, professore emerito di aeronautica e astronautica presso la Stanford University, ha descritto gli anelli di Saturno  e che in realtà non sono del tutto naturali, ma artificialmente costruiti dalle gigantesche astronavi cilindriche ET -  veicoli operanti nelle vicinanze di Saturno. Chi sta facendo creando questi anelli e altri dispositivi artificiali nel nostro sistema solare? Quale è il motivo di tutto questo? Non dimentichiamoci che il Col. Philip Corso nel 1947 ebbe un incontro con un essere ET. In questo incontro Corso chiese da quale pianeta venissero e quali erano i loro scopi. La risposta era: Noi siamo I CREATORI" Noi siamo anche chiamati IGIGI. Loro sono quindi i creatori di Mondi? Se leggiamo gli antichi testi Sumeri (Enuma Elish) i famosi Nephilim erano descritti come i Guardiani e Creatori dei Mondi.

 

 


Non sembra che desiderano contattarci per ora. Ma qualcosa si muove nella direzione giusta.
Tutti sappiamo che si tratta di esseri , civiltà extraterrestri, altamente avanzati  in grado di creare cose incredibili nel nostro sistema solare. Per il loro aiuto hanno enormi veicoli che possono essere misurati in diametri di pianeti come la Terra.
Un veicolo ET di una tale enorme dimensione, ha la capacità di sostenere tutta una civiltà. Sono anche in grado di creare gli anelli intorno a pianeti enormi come Saturno o Giove e di creare satelliti o lune intorno ad essi.
Sembra che anche noi siamo parte di questo grande progetto.

                                                                                                                                    Massimo Fratini

 

 

 

 

 

 

Per chi ancora non crede!!

Clicca su : "Ufo filmato dalla troup Corbucci "

intervista con De Sica Cristian

www.ufologia.net

  

E' successo negli anni '70 durante le riprese del film "Vamos a matar, compañeros" di Sergio Corbucci.

La notizia non è nuova ma il mistero rimane, visto che a distanza di quasi 40 anni, non è ancora stato possibile reperire il filmato di un ufo che stazionava bellamente sul set dello spaghetti western, girato dalla troupe di Corbucci impegnata nelle riprese del film.
A riportare il caso alla nostra attenzione la segnalazione del Sig. Mario Maisto e una discussione sull'argomento in atto su Ufoforum.it.
A quanto pare, sia la Rai che la Nasa sarebbero in possesso della ripresa incriminata.
Durante le riprese del film con Tomas Milian, Franco Nero e Jack Palance, si presentò un disco volante che fu notato da coloro che erano presenti sul set e a sua volta fu ripreso. Una copia del filmato fu mandato alla NASA data l'importanza dell'evento e data la qualità delle immagini che furono girate con una macchina da presa da 35 mm ad alta definizione, un'altra copia si trova invece negli archivi della RAI insieme ad un intervista al regista Sergio Corbucci. Infatti sia il video che l'intervista del regista furono trasmesse nel 1984 in un programma TV della RAI cioè "Italia sera" condotto Mino Damato and Enrica Bonaccorti.
A riconferma dell'accaduto, oltre alla dichiarazione originale del regista, della quale però la RAI non dispone più di alcuna copia, anche Christian De Sica durante la trasmissione "Che tempo che fa", condotta da Fabio Fazio, ha raccontato che il suo amico regista Sergio Corbucci e alcuni componenti della sua troupe durante le riprese di un film in Spagna furono protagonisti di un avvistamento UFO e non solo, su indicazione dello stesso regista, puntarono la telecamera e catturarono l'evento.
Tra i video allegati, oltre all'intervista a Cristian De Sica, una scena del film analizzata da Mario Maisto, dove probabilmente appare l'ufo non ancora notato dal regista. La definizione non consente una certezza assoluta ma è comunque una ipotesi da non scartare, fermo restando che non è questo il video disperso di cui si parla nell'articolo.
Per seguire la discussione in tempo reale:
http://www.ufoforum.it/topic.asp?TOPIC_ID=4133
Ringraziamo di nuovo Mario Maisto, per la segnalazione e i filmati.
Potete trovare altre riprese in cui signor Maisto ha evidenziato possibili presenze ufo, filmate inavvertitamente dagli operatori, nel suo canale Youtube:
http://www.youtube.com/user/mar6mar1

 

 

TORINO – Ancora una rivelazione riguardante gli UFO, ancora una rivelazione che cerca in qualche modo di far “famigliarizzare” il mondo all'idea che non siamo soli nell'universo. Tre, forse quattro oggetti volanti non identificati, alla fine del 1973 volarono nel cielo dell'aeroporto di Torino Caselle, forse attirati dalle luci delle piste.
Gli avvistamenti furono segnalati da alcuni piloti di aerei, dai passeggeri a bordo ed anche da persone a terra che semplicemente guardavano i decolli, ma un po' per l'epoca un po' per scetticismo, non gli fu data rilevanza.
Oggi però, durante un convegno a Firenze, la presenza di quegli oggetti non identificati è stata confermata da alcune tracce lasciate sui radar contenute in alcuni dossier dell'aeronautica militare.
Di queste traccie ha parlato, durante un raduno internazionale, il presidente del Centro ufologico nazionale (Cun), Roberto Pinotti. «Dopo alcuni decenni è certo che i tracciati radar dimostrano la presenza di oggetti non convenzionali a Torino alla fine del '73 - ha detto Pinotti - Questa 'rivelazione' è possibile grazie ad un cambio di orientamento tra le autorità militari, più disposte ora a divulgare i contenuti di dossier tenuti finora “top secret”». Secondo il Cun, l'aeronautica militare, custodirebbe oltre 400 dossier raccolti in 30 anni di ricerche in Italia.
Il Centro ufologico nazionale, ha schedato oltre 10.400 episodi in Italia, solo quest'anno sono stati segnalati un migliaio di avvistamenti e forse qualche contatto (ancora da provare).
Dopo la scoperta dell'acqua sulla Luna, dell'apertura della Chiesa alla possibile esistenza degli extraterrestri, dei dossier sugli Ufo in Inghilterra, pare che chi custodisce il segreto della vita non umana, voglia prepararci a conoscere gli abitanti dello spazio.
(foto dalla rete)
 
16/11/09 09:39
Aniello Maria Mormile

 
Per anni gli ufologi di tutto il mondo si sono interrogati sull'esistenza di dossier tenuti nascosti dai servizi segreti internazionali sugli avvistamenti di oggetti volanti non identificati. Il Governo britannico è stato il primo ad iniziare a rendere pubblico il suo ricco archivio, mettendo on line alcuni dei documenti raccolti e analizzati in quasi 100 anni di studio. I giornalisti di Studio Aperto sono riusciti ad entrare nel famoso Kew Gardens, l'archivio del governo britannico con sede a Londra e visionare gli X-files del Ministero della Difesa e hanno scoperto alcuni documenti eccezionali, non ancora consultabili in rete, che verranno mostrati, in esclusiva, domenica 25 ottobre, in prima serata su Italia 1.
Dagli archivi, rimasti segreti per decenni emergono migliaia di casi di avvistamenti di dischi volanti, incontri ravvicinati del primo e terzo tipo e un ricco catalogo di tipologie aliene....Nello speciale: video inediti, testimonianze mai ascoltate prima di persone che sostengono di essere state rapite dagli alieni e, per la prima volta, la documentazione che dimostrerebbe la presenza di extraterrestri sulla Luna, certificata da voci e foto della Nasa.
Gli X-files, tutti top secret, e alcuni addirittura scritti in codice, documentano casi che il Ministero della Difesa ha ritenuto in qualche modo attendibili e degni di essere analizzati e tenuti in considerazione. Tra i documenti che verranno mostrati, tutti originali e compresi dagli Anni 40 agli Anni 70, le segnalazioni di due esperti aviatori della Royal Air Force, che raccontano di un avvistamento di un oggetto volante non identificato per due lunghe ore; decine di report di cittadini che hanno avuto incontri ravvicinati del primo tipo e che sostengono di essere stati rapiti dagli alieni; disegni e ricostruzioni di astronavi che il ministero ha catalogato e conservato perché non confondibili con velivoli o mezzi per esercitazioni militari.E ancora, per la prima volta verranno mostrate in tv le immagini di un oggetto dalla forma squadrata che alcuni esperti ritengono si tratti di una navicella spaziale arenata sul suolo lunare.

 

 

Ufo La prova Definitiva - Obama Annuncerà che Esistono

 

     
 
 

27 novembre 2009 barack obama annuncera' che gli extraterrestri e gli ufo esistono .

Siamo alla vigilia di una clamorosa rivelazione sugli Ufo? Pare proprio di sì.

Da fonti interne della Casa Bianca, il Presidente degli Stati Uniti dAmerica, Barack Obama, avrebbe già deciso la data di una conferenza stampa mondiale per affrontare pubblicamente e forse definitivamente il caso Unidentified Flying Object.

 

Avevano detto che era spiato. Che gli alieni lo tenevano sotto controllo.
Avevano giurato che un occhio extraterrestre era alle sue spalle ad Henderson, nel Nevada, mentre lui si giocava le sue ultime carte prima del grande giorno. E che lo stesso occhio era alto nel cielo nellattimo in cui giurava solennemente fedeltà agli Stati Uniti dAmerica e gridava vi batteremo in faccia al terrorismo mondiale. Avevano anche ricordato che uno strano oggetto era passato sulle teste di milioni di americani mentre Bruce The Boss lanciava la sua The Promised Land in suo onore.

Ma lui ci aveva scherzato su. Barack Hussein Obama II, agli Ufo non sembrava proprio interessato. Almeno era quello che lui aveva dato ad intendere. Almeno era quello che pensavamo tutti. E invece pare proprio che il 44° presidente Usa con gli alieni abbia deciso di giocare a carte scoperte.

La notizia circola da un po su internet. Ed è stata ripresa anche da un blog del Corriere.it che in qualche modo ha finito per darle forza e un minimo di credibilità.

 

Ufo-files


Il punto di partenza è unindiscrezione. Il canale dove ha cominciato a correre veloce la soffiata è quello dellultimo convegno di Esopolitica che si è tenuto a Barcellona alla fine di luglio scorso.

Il 27 novembre prossimo Barack Obama dovrebbe aprire una finestra sugli Ufo-Files americani. Dovrebbe parlare senza più ipocrisie della presenza extraterrestre sulla terra, dovrebbe svelare i retroscena di una serie di episodi clamorosi che vanno dal caso Roswell allo scontro aereo sui cieli di Los Angeles consumatosi nel febbraio del 1942. Ma soprattutto dovrebbe ammettere, davanti a tutto il mondo, che gli Stati Uniti avrebbe avuto un contatto pacifico con almeno sei razze aliene!

 

Che dire? Se fosse vero ci sarebbe da chiudersi in casa e aspettare il giorno di san Virgilio e San Massimo, il 331° giorno del calendario Gregoriano, il giorno in cui Alfred Nobel si inventò quello stravagante premio, e in cui nacque il boss Vito Genevose e morì Alexandre Dumas. Insomma il 27 novembre. Solo per vedere leffetto che fa.

Ma mancano un po di settimane a quella data e non ci resta che avanzare ipotesi.
La curiosità è tanta, e le notizie che in questi giorni si rincorrono sui media sembrano rendere quanto mai opportuna la scelta del president.

Il 2009 è lanno degli Ufo. 275 giorni sono trascorsi allinsegna degli avvistamenti, delle segnalazioni, delle foto e dei video incredibili. Mai come in questi primi dieci mesi la presenza aliena era sembrata più palpabile, evidente, concreta.

Le notizie si rincorrono dal Giappone al Messico, dalla Spagna agli Usa e lItalia sembra essere uno dei territori più battuti del pianeta.

Il portavoce del Governo nippponico, Nobutaka Machimura, ha detto senza imbarazzi di credere definitivamente allesistenza degli UFO. Il Vaticano ha dichiarato che la fede cristiana non è in conflitto con il credere agli extraterrestri. Molti astronauti hanno affermato di fronte alla stampa, il contatto con gli extraterrestri è già avvenuto. Nick Pope, importante personalità che ha studiato gli UFO per conto della Gran Bretagna, ha dichiarato che ormai da tempo il suo governo ha dato ordine ai piloti militari di abbattere gli UFO laddove ce ne fosse bisogno. Laddove si dovesse verificare un contatto.

Siamo alla vigilia si sente dire al convegno di Barcellona della scoperta che non siamo soli nell Universo e che non lo siamo mai stati. E allora solo lintervento di una voce autoritaria e conclusiva può finalmente fare chiarezza.

Lattesa è grande e le domande sono tutte rivolte a quegli episodi che per troppo tempo sono rimasti senza risposte serie e definitive. Il contatto che si consumò in California, a due mesi dallattacco giapponese a Pearl Harbor, è sicuramente uno dei fatti più importanti. Controverso, affascinante, al punto scrive Flavio Vanetti sul Corriere.it che tanti ritengono di dover riclassificare in base ad esso linizio della caccia alla verità sugli Ufo. Era febbraio. Una settantina di anni fa. Un oggetto non identificato, molto luminoso, fu preso di mira dalla contraerea americana. Venne fotografato e finì sulle prime pagine di tutti i giornali del mondo. Lesercito afferma che lallarme è reale, titolò il Los Angeles Times. Era il 26 febbraio 1942. Non se ne seppe più nulla

 

 

ALIENO TROVATO IN UNA FATTORIA DEL MESSICO : crazyworld

 

 

Apri questo limk per le ultime notizie UFO

http://www.ivanceci.it/

 

 

 

UFO, alieni, cerchi nel grano, 2012: è davvero la fine del mondo?

Pubblicato da centroufologicotaranto su Settembre 29, 2009

PHOTO_2894376_38346_6935183_ap_730X550Negli anni 1970 fu sviluppato il nuovo concetto di ‘panico morale’ per spiegare come alcuni problemi sociali siano ipercostruiti e generino timori esagerati. I panici morali sono stati definiti come problemi sociali socialmente costruiti caratterizzati, sia nella rappresentazione mediatica sia nelle istituzioni politiche, da una reazione sproporzionata rispetto all’effettiva minaccia, spesso basata su statistiche folkloriche che, benché non confermate da studi accademici, sono ripetute da un mezzo di comunicazione all’altro e possono ispirare misure politiche. Secondo Philip Jenkins (uno dei principali studiosi dei panici morali), ‘la reazione di panico non avviene a causa di una valutazione razionale della scala di una particolare minaccia’. E’ piuttosto ‘un risultato di timori non ben definiti che, alla fine, trovano un centro drammatico e semplificato in un singolo incidente o stereotipo, che quindi funge da simbolo visibile per la discussione e il dibattito’.”

E’ con queste parole che inizia la ricerca del CESNUR (Center for Studies on new Religions). Il “centro drammatico e semplificato” di cui parla la ricerca trova oggi uno dei numerosi sfoghi nella vena catastrofista che ci sta sommergendo via media, tv, stampa e cimema. La fine del mondo, attacchi e invasioni aliene, complotti.

Di sicuro qualcosa di insolito c’è davvero, non si può negarlo. Gli oggetti volanti non bene identificati non sono ancora stati chiariti – o forse lo sono, ma non c’è dato di sapere con maggiore precisione.
Il professor
Dino Dini (morto nel 2004), collaboratore alla Nasa, dopo essere andato in pensione e quindi con la possibilità di parlare liberamente, ha iniziato a raccontare in diverse conferenze in giro per l’Italia le esperienze delle presenze aliene riscontrate nello spazio.
O che dire della dottoressa Giulia D’Ambrosio,
medico neuropsichiatra, che si occupa di quei pazienti vittima di abduction, ovvero rapimenti alieni.
(vedi una mia
intervista alla dottoressa )

Di movimenti “sospetti” nei cieli ce ne continuano a essere. Ancora il 13 settembre scorso, il tg regionale rai della Lombardia, annunciava come il giorno prima fossero state avvistate delle sfere luminose sul cielo di Milano. La flottiglia, come viene chiamato il fenomeno, era stata osservata anche da un cameraman della Rai che l’ha ripresa. E infatti viene mostrato il filmato. Mentre la presentatrice specifica che gli “esperti” considerano la “cosa” del tutto naturale, anche se ancora non spiegabile!

Detta così si può suscitare un sorrisino di derisione verso coloro che credono a tali “fantasie”. Sarà quindi meglio ricordare l’evento clamoroso del 27 ottobre 1954 accaduto a Firenze, che fu il preludio di successivi eventi di questo tipo che si manifestarono in tutta Italia.
Durante una partita di calcio nel primo pomeriggio: Fiorentina – Pistoiese, a un certo punto, come gli stessi giocatori raccontano, si accorsero che il pubblico rumoreggiava con grande sorpresa, nonostante non ci fossero state azioni nel campo che meritassero tale reazione. I giocatori smisero quindi di giocaere e quello che videre, fu davvero sorprendente. Il cielo sopra lo stadio costellato di oggetti volanti non identificati.
I media dell’epoca riportarono quegli avvenimenti, che continuarono tra l’altro, in particolare sulla Toscana, ma anche in molte altre zone d’Italia.

Qualcosa di inspiegabile c’è davvero.
E che dire poi dei Cerchi nel grano. Si iniziò a
parlarne verso gli anni ‘70. In Inghilterra, nei campi di grano, o meglio di cereali, si formavano cerchi perfetti…
La cosa continuò e nel tempo divenne sempre più articolata e raffinata. Oggi abbiamo dei disegni che sono dei capolavori geometrici perfetti.
Di cui ancora non abbiamo una spiegazione.

Tuttavia, se da un lato ci sono davvero “cose” inspiegabili, dall’altro c’è il grosso pericolo di cadere in drammatizzazioni. Dannose, sia ai seri ricercatori, sia a coloro che subiscono l’onda delle notizie e non sono abbastanza preparati da ragionare con pensiero critico. Il pericolo di diffondere panico morale diventa così reale.

Il rapporto del Cesnur così continua: “I panici morali partono da una base nella realtà, ma crescono attraverso esagerazioni e statistiche folkloriche, quando commenti che sono appropriati solo se riferiti ad uno o più incidenti particolari sono generalizzati. (…) E’ nel far lievitare – non nel creare – il panico morale che gli ‘imprenditori morali’, con i loro interessi, entrano in scena.”

Accanto agli Ufo e ai Cerchi nel grano, oggi tocca alla fatidica data del 2012 suscitare apprensione.

Nei secoli c’è sempre stata una qualche profezia in agguato. Di sicuro le più note sono quelle di Nostradamus… Come i diversi i ricercatori hanno convenuto sono profezie davvero oscure in cui ci si può leggere ogni tipo di conclusione. Massimo Polidoro, nel suo “L’illusione del paranormale”, Muzzio editore, riassume egregiamente quanto in molti assieme a lui hanno appurato: “Le ‘quartine’ profetiche di Nostradamus sono talmente ambigue, fumose e incomprensibili che chiunque vi può leggere quello che preferisce.” Di seguito Polidoro riporta le diverse interpretazioni di vari studiosi di Nostradamus, evidenziando che, “come nelle celebri ‘macchie di Rorschach’, ognuno vede ciò che la sua personalità vi proietta. Anche nelle profezie di Nostradamus i vari interpreti vi proiettano significati presenti solo nelle loro stesse menti. Ciò che conta veramente è che Nostradamus non ha mai previsto nessun evento futuro. Anzi, le uniche due volte in cui ha indicato una data precisa per le sue profezie, si è clamorosamente sbagliato: in una prevedeva il culminare di una lunga e selvaggia persecuzione religiosa per il 1792 (che non c’è mai stata); nell’altra la totale distruzione della razza umana per il 1732.”

Senza andare molto indietro nel tempo si può ricordare l’avvento del 2000. Mille e non più mille, si sentiva dire allora, riprendendo i versi delle scritture. E di libri sulla “imminente apocalisse”, anche in quel caso ne uscirono a iosa! Poi non successe nulla e nemmeno il Millennium bug ha colpito! La fatidica data successiva è ora il 2012.

Lo studioso inglese Damian Thompson nel suo libro “La fine del tempo”, Neri Pozza Editore, così scrive: “Il millenarismo (ovvero la paura catastrofica della fine del mondo, n.d.a.) spesso nasce da sentimenti di deprivazione in materia di status, salute, sicurezza, autostima. Tende a svilupparsi in periodi di crisi (…) e può sorgere in qualsiasi tempo e luogo.”

In altre parole, momenti vissuti come pesanti e insicuri sono il terreno ideale per la proliferazione del “panico morale”. Aveva ragione lo scrittore inglese Gilbert Keith Chesterton quando affermava che se la gente non sa più a cosa credere finisce col credere a tutto.

Fonte: http://go2.wordpress.com/?id=725X1342&site=centroufologicotaranto.wordpress.com&url=http%3A%2F%2Fperiodicoitaliano.info%2F2009%2F09%2F28%2Fla-fine-del-mondo%2F

 

Barale: «Ho visto un ufo»

Notizia del 10 agosto 2009 - 09:00

Lo ha avvistato per ben due volte a Cosenza e ha espresso un desiderio: «Altro che stelle cadenti»

foto

di Libero News

 

«Una luce grande, strana» che si muoveva lentamente nel cielo stellato: è iniziata così l'esperienza con gli ufo della showgirl e attrice piemontese. Era successo anche la sera prima «ma non l'ho presa troppo in considerazione..... ho detto... sarà il caldo. ma la seconda volta no....» ha scritto sul suo blog.

«Era abbastanza grande, molto più di una stella e con un bagliore intorno. Non poteva essere un aereo, io, almeno, non ne ho mai visti fatti così.... , si avvicina sempre più, si ferma e poi velocissimamente torna indietro e sparisce nel cielo..... avete mai visto un aereo indietreggiare? io no.....». Così Paola Barale manda un messaggio ai suoi amici e non c'e n'è uno che le creda finché sul La Gazzetta del Mezzogiorno non fa una scoperta. Un articolo sul suo Ufo, avvistato da alcune persone durante una festa di laurea la sera del 26 luglio: «Una sfera luminosa che zigzagava e si deformava a velocità impressionante». Negli stessi giorni altre segnalazioni sono state raccolte nell'Avellinese (FOTO). Sarà vero?

 
Sonda_drone

Droni e Sonde militari


MAV (Micro Air Vehicle)

Affronto tale argomento consapevole della sua delicatezza ma è doveroso per obbiettività
e metodo nei riguardi dei fenomeni in esame.
Nei cieli non volano solamente aerei , elicotteri o palloni sonda spesso , per motivi di sicurezza , all’insaputa dei cittadini vengono sperimentati in test di volo e rilevamento velivoli non convenzionali le cui caratteristiche ricordano , di frequente , gli avvistamenti di “sfere di luce” e non solo . Con questo non voglio dare una connotazione militare ad ogni avvistamento o.v.n.i. , ma prima di attribuire una provenienza aliena ai fenomeni osservati è bene prendere in considerazione ogni eventualità .

Vi chiederete , ma perché se provano un velivolo sperimentale con indice di segretezza , viene illuminato così da consentirne una facile individuazione?
Potrei rispondervi : Semplice , perché l’illuminazione impedisce , a chi lo osserva , di vedere la reale natura dell’oggetto , la sua struttura .

Chi prova tali velivoli ha interesse che essi vengano identificati come “sonde aliene”o “dischi volanti” poiché tale fenomenologia viene ancora considerata dalla opinione pubblica come pura fantascienza e quindi permette loro di calare un velo di disinformazione ed operare così indisturbati.
Un caso ufologico che probabilmente ha connotazioni militari , secondo mio parere , è l’avvistamento avvenuto a Sassalbo (MS) il 15-06-2001 nel quale è stato osservato da più persone un oggetto di forma cilindrica , di colore metallico .
Subito vennero chiamati i C.C. , che intervennero tempestivamente raccogliendo le prime impressioni dei testimoni , poi successivamente arrivarono i militari dell’aereonautica e raccolsero
anche loro testimonianze ; forse volevano assicurarsi che nessuno avesse attribuito una provenienza militare a tale oggetto ?
Ricordo che vicino vi è la base dell’ Aereonautica militare di Comano ex base NATO , posta sulla sommità del monte Giogo che risulta non più attiva e dimessa dal 1999 , o almeno così è stato detto.
Tale ipotesi anche se remota non è da scartare , ricordo l’avvistamento avvenuto il 16-06-2001 a Montefiorino (MO) , che non è molto distante in linea d’aria da Sassalbo circa 30Km , nel quale è stata osservata una sfera di color giallo oro alle ore 1:10 circa . Poteva trattarsi del solito oggetto osservato a Sassalbo oppure era un suo compagno che stazionava sul monte Modino e pilotato a distanza dalla base del Cimone , tutto farebbe pensare ad una operazione congiunta , ma non vi sono prove al riguardo .

 

 

 

MESSICO: INCONTRO RAVVICINATO TRA AEREO E VELIVOLO EXTRAPLANETARIO

 

 

 

giovedì 11 giugno 2009
Notizia riportata da Alfonso Salazar, tecnico dell'aviazione aerea messicana.
Sabato 6 giugno 2009 alle ore 16.10, l' equipaggio di un aereoplano Fokker 100 ( della compagnia aerea Click Messicana) riporta l'avvistamento di un oggetto volante non identificato di forma sferica volare nei pressi del Fokker 100. Secondo la descrizione dei testimoni si trattava di una sfera molto brillante, come di platino levigato che rifletteva i raggi del sole. Il Fokker 100 volava sulla via aerea Julieta 21, ad una altezza approssimativa di 10.000 metri. L'oggetto sconosciuto, di circa 10 metri di diamentro si è incrociato con l'aereo ed è stato poi osservato a "ore 8.00" sotto l'aereo a sinistra. La sfera aliena presentava una traiettoia che andava da nord a sud. L'avvistamento è accaduto sulla zona meridionale del Cerro de La Estrella (Dorso della Stella). Il tempo era limpido, soleggiato e senza nuvole. Secondo i calcoli del personale aereo il velivo extraterrestre volava a 8.000 metri di altezza, duemila di meno dell'aereoplano. Da un pò tempo a questa parte questi incontri tra velivoli alieni e aerei che approdano o partono da Città del Messico, sono aumentati.
.

Fonte: link

 

  ANCHE L'URUGUAY APRE I SUOI ARCHIVI UFOLOGICI

lunedì 8 giugno 2009
Il fenomeno UFO si è manifestato molte volte in Uruguay. Trent’anni dopo l’inizio delle indagini, circa 40 casi sono ancora irrisolti. Gli archivi sono stati declassificati e il giornale “El Pais” ha avuto l’anteprima di visionarli. Le Forze Aeree pubblicheranno un “Libro Azzurro” contenente i risultati di questi trent’anni di ricerca, ma “El Pais”, su decisione del Comando ha avuto l’imprimatur per visionarli per primo. Sebbene la commissione della Forza Aerea studia il fenomeno da pochi decenni, il fenomeno UFO inizia intorno al 1947 in Uruguay, come nel resto del mondo. Anche se Roswell, New Mexico, è il luogo emblematico in materia extraterrestre, l’Uruguay è un luogo catalogato come proprizio per gli avvistamenti di Oggetti Volanti Non Identificati, riconosce il Colonello Ariel Sánchez, un ufficiale della Forza Aerea con 33 anni di servizio attivo dal 1989 e che guida la commisione sugli UFO, dove è attualmente presidente.
L’agenzia opera in un piccolo ufficio situato nel centro di Montevideo e contiene una base informatica e archivi cartacei, questi ultimi non ancora supportati tecnologicamente. Ci sono
centinaia di cartelle militari di colore verde, sotto l’etichetta di “Riservato” e che contiene e che contiene testimonianze, fotografie, schizzi, disegni, documenti e valutazioni fornite dagli ufficiali. Gli archivi sono composti da denuncie che si presentano nel numero di circa 100 all’anno.
La commissione ha ricevuto in totale circa 2.100 denuncie concrete, ha esaminato e scartato molti per vari motivi, ma ci sono più di 40 casi senza nessuna spiegazione. Questi casi rimangono aperti e includono avvistamenti e atterraggi di presunte navi, fino ad arrivare a casi di “abductions”, vale a dire relazioni di rapimenti di persone da parte di entità extraterrestri. La definizione internazionale concepita dall’astrofisico statunitense Allen Hynek divide queste situazioni in tre categorie: i contatti del primo tipo sono quelli con l’avvistamento, il secondo tipo sono quelli in cui si registra un atterraggio, mentre quelli del terzo tipo, più sfruttati dal cinema, riferiscono un incontro con un oggetto non identificato e il suo equipaggio. Il compito della commissione militare è quella di raccogliere un registro di casi e sviluppare linee guida o conclusioni sulla sua veridicità e origine. Ed ha ottenuto risultati concreti:
 

“la commissione ha accertato determinate modificazioni della composione chimica del suolo dove sono registrati atterraggi. Il fenomeno esiste. Può essere un fenomeno che si registra nella bassa atmosfera, l’atterraggio di una aeronave di una forza straniera, oppure teoricamente di una extraterrestre. Può trattarsi di una sonda di vigilanza proveniente dallo spazio, nello stesso modo in cui mandiamo nostre sonde per esplorare mondi lontani“, ammette l’ufficiale. “

“Il fenomeno UFO esiste nel paese. Insisto: la Forza Aerea non scarta l’ipotesi extraterrestre sulla base della nostra analisi scientifica“, fa notare Sánchez.

La commisione visiona anche molti archivi cartacei, soprattutto di quelli che restano aperti a diverse interpretazioni. La FAU ha ora declassificato tutte le informazioni, i file ancora classificati “riservato”. Si protegge solo l’identità dei testimoni. Ripassando gli archivi ci sono tutti i tipi di situazioni. In un caso accaduto tempo fa in un campo del dipartimento di Durazno, il testimone denunciò l’apparizione di luci colorate durante la notte. Nel dare la sua testimonianza alla commissione, la persona segnò con grande dettaglio la zona in cui l’aeromobile atterrò. Analizzando la composizione chimica del suolo, si scoprì un aumento nei valori di minerali come il Cromo, il Manganesio, il Fosforo e il Carbonio, che ha permesso di concludere che il caso era veritiero. Nei registri militari esiste un altro caso singolare. E’ l’apparizione di due sfere rosse, che volavano silenziose, a pochi metri dalla testa di due allevatori che erano attenti al bestiame. Gli apparati si mossero a gran velocità in direzioni opposte e poi scomparvero ad elevata velocità verso ovest. I registri indicano che i mesi di maggiore apparizione degli UFO sono febbraio, marzo, luglio e ottobre. Nel febbraio di questo anno la commisione ha ricevuto numerose denuncie, accompagnate da fotografie digitali. La fotografia o il filmato non è determinante per nessun caso, spiega Sánchez, visto che attualmente esistono molte possibilità tecniche di creare montaggi.

I casi senza soluzione hanno un alto indice di stranezza per la FAU. Per esempio, la situazione che ha coinvolto due aerei militari, avvenuta a Pucará, in una notte del 1986. Tutto ciò avvenne sopra la diga di Palmar, sopra la quale videro evoluire una sfera luminosa. I piloti si unirono e decisero di inseguirla. Quando tentarono d’intercettarla, la sfera scappò ad una velocità vertiginosa, direzione Argentina e non potè essere seguita. Quanto i piloti tornarono alla base, la sfera riapparve di nuovo sopra la diga. Successe poi la stessa cosa di prima: cominciarono di nuovo l’inseguimento e la persero di vista. La sfera lasciò il luogo, cambiando il colore dal rosso iniziale al giallo. Un caso simile occorse ad un gruppo di piloti militari nel 1996 e uno degli osservatori qualificati era collocati alla base di Santa Bernardina, a Durazno. Come nella notte del 1986, videro due sfere luminose, le quali furono rilevate anche dalla torre di controllo del traffico dell’aeroporto. Le sfere mantennero la loro luminosità e la loro forma, che servì a confermare la loro forma sferica. Pochi minuti dopo, i piloti videro che le sfere cominciarono a perdere la loro brillantezza, mantenendo solo il contorno illuminato. “Non erano satelliti perchè volavano in formazione e in basso. Si trovavano a 10.000 piedi ( 3.000 metri circa) e gradualmente hanno perso la loro luminosità“, afferma Sánchez. Un altra delle innumerevoli denuncie proviene da piloti di un aereo commerciale della bandiera nazionale che, nel 1979, di ritorno dal Paraguay fu inseguito da un oggetto dalla forte luminosità che, addirittura, fu fotografato da passeggeri dell’aereo. Questo è anche un caso senza spiegazione.

La Forza Aerea è in possesso di testimonianze grafiche di una dozzina di animali mutilati, i cui corpi appaiono con ferite fatte con precisione chirurgica. I fatti risalgono al 2002. Non è mai stata data una spiegazione coerente, però le indagini di questa commissione militare suggeriscono l’ipotesi che si trattò di un attacco biochimico, probabilmente occorso in Argentina nello stesso periodo, con quasi 700 casi di animali mutilati senza spiegazione. “Potrebbe essere stata la conseguenza del vento proveniente da ovest“, ha dichiarato l’ufficiale. La FAU non esclude l’ipotesi di un evento extraterrestre. Si tratta di altri casi senza risposta. Le statistiche militari mostrano il profilo abituale dei testimoni, come un uomo giovane, della media di 45 anni d’età. Si sottolinea anche che tutti i casi si verificano nelle prime ore della notte, la maggior parte con un unico testimone. Il 49% delle statistiche confermano l’apparizione di sfere luminose e appena il 2% include osservazioni di esseri. Per quanto riguarda i rapimenti, l’Uruguay non è estraneo a incontri ravvicinati del terzo tipo. La più sconvolgente delle storie implicante gli UFO è quella di ascoltare denuncie sopra sequestri di persone, per scopi di ricerca, ossia le “abductions”. Il ricordo della più del più evidente caso di rapimento è quello che riguardò Betty e Barney Hill, presumibilmente rapiti in una strada del New Hampshire, Stati Uniti, nel 1961 e sottoposti ad esperimenti da parte di extraterrestri, i cui dettagli furono rivissuti tramite ipnosi. In Uruguay vi sono diversi casi che rimangono aperti, circondati di molti dettagli spettacolari. Uno si verificò nel 1980 a Playa Pascual e vide come protagonista una persona accampata. Era sopra la costa, di notte, quando improvvisamente vide l’apparizione di persone di bassa statura che lo immobilizzarono e lo trasportarono in una astronave, per essere sottoposto ad esperimenti. Dopo di chè si svegliò dentro la sua tenda con problemi di mobilità. Vi è un altro caso dove una famiglia in auto subì il cosiddetto “missing time”. La relazione dice che mentre viaggivano su una strada vennero sorvolati da un’aeronave, che si posò nella parte anteriore del veicolo. Non poterono spiegare che cosa successe loro per diversi minuti.

Fonti: link - link

 

 

 

 

 

 

LATINA, AVVISTATO OGGETTO LUMINOSO A POCA DISTANZA DALLA COSTA

giovedì 4 giugno 2009
UNA TESTIMONE RACCONTA "APPARIVA E SCOMPARIVA"

Durante la mattinata di ieri Mercoledì 3 Giugno, diversi testimoni, tra i quali una ragazza che mi ha contattato telefonicamente, hanno osservato un misterioso oggetto luminoso dalla forma schiacciata e allungata sulla spiaggia di Latina, all’altezza della Centrale nucleare di Borgo Sabotino.
L’oggetto si trovava sul mare a circa 40° sopra l’orizzonte a poca distanza dal litorale. I testimoni riferiscono che aveva dei riflessi metallici e si muoveva rapidamente da una parte all’altra, a volte scomparendo per poi ricomparire improvvisamente dal lato opposto.

Queste manovre sarebbero durate all’incirca dalle ore 10,30 del mattino fino alle ore 13, quando l’oggetto è scomparso senza più riapparire.
 

 

C’è da dire che la ragazza che mi ha contattato è rimasta molto colpita da questo strano fenomeno e che durante l’avvistamento ha anche tentato di fotografarlo col proprio cellulare sebbene l’eccessivo riverbero del sole rendesse praticamente invisibile l’oggetto al sensore della fotocamera.

 

(foto in alto: ricostruzione dell'avvistamento)

(foto a lato: Borgo-Sabotino, Centrale Nucleare)

Il luogo stesso dell’avvistamento, tra l’altro, non è affatto nuovo a fenomeni del genere.
Ricordo, a questo riguardo, diversi casi di avvistamento di sfere di luce avvenuti in prossimità della centrale nucleare indagati dall’amico Angelo D’Errico e riportati sul sito
www.ufoskywatchers.it .

Senza contare che più recentemente, sempre con Angelo, abbiamo abbiamo avuto modo di raccogliere altre testimonianze, sempre riguardanti il litorale di Latina, che rendono meno isolato e ancora più significativo quest’ultimo particolare avvistamento.
Invito pertanto, chiunque avesse notizie di avvistamenti in zona, a contattarmi al numero 333.2553308 oppure a scrivermi all’indirizzo e-mail:
info@ivanceci.it

fonte: link


 

 

 

 

 

 

 

NEW MEXICO: FOTOGRAFATO VELIVOLO ALIENO SIGARIFORME

martedì 2 giugno 2009

FOTOGRAFATO UFO DI COLORE ARANCIONE NEI CIELI DEL NEW MEXICO IL 17 MAGGIO 2009.
 

.
Ecco la testimonianza, rilasciata al MUFON:

"Ero nella mia casa quando un'amico mi disse che c'era qualcosa nel cielo verso Ovest, e non aveva le sembianze di nessuna stella. Sono sempre stato interessata al fenomeno UFO, quindi sono uscito per vedere cosa ci fosse realmente, e ad un primo momento non vidi nulla. Dopodichè anche il mio ragazzo usci per vedere. Stavo quasi per andarmene, quando mi disse di guardare oltre alcuni alberi.




Lui essendo molto più alto di me riusciva a vederlo, quindi decisi di uscire in strada per vedere meglio. Non sono sicura di cosa fosse, ma di certo non era ne un aereo, ne una stella. Rientrai quindi per prendere la mia fotocamera, una Nikon D40. Feci numerose foto, ma l'oggetto che potete vedere dal vivo era molto diverso, le foto non rendono completamente l'idea.
L'oggetto si muoveva verso ovest, ed era come una palla di fuoco molto chiara.
Ero molto spaventata e nello stesso momento eccitata, non potevo credere ai miei occhi. Ho continuato a scattare fotografie fino a che l'oggetto non è scomparso.
 


Quando poi ho scaricato le foto sul mio PC, mi sono accorta che zoomando al 100%, l'oggetto risultava essere a forma di sigaro.

Valerio Ugliano


Fonte:
Link - Link

 LUNEDI' 18 MAGGIO 2009

Ci giungono testimonianze del passaggio di un grande globo di luce su Messina in direzione monte - mare. La notte di sabato 9/5/2009, attorno alle ore 1/45, un gruppetto di studenti universitari si attardava nei pressi della Panoramica dello Stretto, quando si accorgono che su di loro passa lentamente un corpo luminosissimo, di forma circolare, del diametro di circa 20/25 metri. L’oggetto e’ stato definto ”silenzioso” dai testimoni e riferito ad altezza approssimativa di circa 600/700 metri. I ragazzi increduli seguono con gli occhi l’oggetto che, a circa un chilometro si ferma sul mare e, cambiando colore nella parte inferiore (assume colorazione arancione), si abbassa lentamente. I testimoni notano che permane in superficie una specie di schiuma gialla per qualche minuto . Questo avvistamento e’ segnalato anche da un taxista e da due coniugi, cittadini dello Sri Lanka.

DA FACEBOOK

 

 

INTANTO LA VITA SU MARTE c'è! ... (VEDI ASTRONEWS)

 

 

 


Italiani sempre piu  creduloni MILANO- Tra le 'favole' a cui credono gli italiani ci sono gli Ufo (68%),

 

 

 

 

 

UFO: E' MORTO MONSIGNOR BALDUCCI

 

27 Settembre 2008 16.47 - di Ufologia.net - Fonte: Terni in rete - cod.149781

Zecharia Sitchin e Corrado Balducci

Zecharia Sitchin e Corrado Balducci

 Nessun video o audio disponibile

 Nessuna documentazione disponibile

 

 Il religioso è stato un grande sostenitore della realtà extraterrestre, di cui parlava frequentemente e senza timori.

Si è confrontato con alcuni dei maggiori ricercatori ufologici in tutto il mondo, da Paola Harris a Jaime Maussan, da Zecharia Sitchin a Eufemio del Buono, che ha da poco raggiunto, concludendo la sua vita terrena dopo una lunga malattia.
L'argomento ufo e vita extra-terrestre è sempre stato caro al teologo e demonologo del Vaticano, che solo recentemente ha ottenuto un supporto pubblico dalle istituzioni ecclesiastiche di cui era alto prelato, grazie alle affermazioni di padre José G. Funes, direttore della Specola Vaticana, sulla possibilità dell'esistenza di vita extra-terrestre.
Questa però per Balducci ormai da decenni era considerata molto più che una semplice possibilità: "Deve per forza esserci qualcosa di vero. Le centinaia, le migliaia di testimonianze non lasciano spazio a dubbi, pur considerando le possibili illusioni ottiche, fenomeni atmosferici e altre spiegazioni scientifiche."
Questo asseriva il teologo durante il suo incontro a Bellaria Igea Marina, con il noto ricercatore Zecharia Sitchin.
"Come teologo cattolico - continuava il monsignore - non posso semplicemente ignorare queste testimonianze. La testimonianza diretta è un modo di trasmettere la verità e in particolare nel caso della religione cristiana, stiamo parlando di una Rivelazione Divina, in cui la testimonianza gioca un ruolo cardine nella credibilità della nostra fede.".
In realtà monsignor Balducci non fu l'unico uomo di chiesa a parlare dell'argomento come un dato di fatto, come egli stesso ha ribadito durante una intervista rilasciata a David Murgia del quotidiano "il Tempo": "San Pio da Pietralcina, per esempio, - spiegava il prelato nell'intervista - a chi gli chiedeva se gli extraterrestri esistessero veramente, ha risposto: «L'onnipotenza di Dio non si limita al solo pianeta Terra. In altri pianeti esistono delle creature e altri esseri che non hanno peccato come noi e che pregano Dio». Ma la lista è lunga. Addirittura un noto teologo come Niccolò Cusano affermava che «non c'è stella dalla quale siamo autorizzati ad escludere l'esistenza di altri esseri, anche diversi da noi».". (fonte: Edicolaweb).
Sicuramente da quando iniziò ad interessarsi del fenomeno ufologico, intorno ai primi anni 60 in concomitanza con i suoi approfondimenti in demonologia e parapsicologia, non ebbe vita facile nell'ambiente istituzionale romano, come egli stesso ha confessato ad Adriano Forgione durante una intervista del 1999: "Questo non l'ho mai confessato a nessuno, lo dico a lei; ci sono stati alcuni teologi che mi hanno detto: «Balducci, ma dove ti sei messo, è tutta una fantasia», e si trattava di teologi di rilievo, mica pretucoli di campagna. Quando poi ho spiegato il mio interesse, l'ho anche difeso a spada tratta per dire che è ora di smetterla con questo atteggiamento, perché se si continua così, si finirà per indebolire e distruggere il valore della testimonianza umana. è questo che mi preoccupa perché sulla testimonianza umana si basa sia la vita individuale di ciascuno di noi, sia la vita sociale, ma soprattutto la vita spirituale dei Cristiani, essendo la Rivelazione Divina un fatto storico testimoniato. La Rivelazione di Dio è infatti testimoniata attraverso gli uomini e i Vangeli. Se qualcuno crede alle testimonianze bibliche dei miracoli, deve ragionevolmente credere anche ai testimoni di eventi odierni straordinari. è chiaro che bisogna provare che ogni affermazione è basata su fondamenti di credibilità. è soprattutto la difesa della testimonianza umana, il motivo per il quale ho deciso di interessarmi all'ufologia.". (fonte: Edicolaweb)
Il suo pensiero e la sua apologia della realtà ufologica, dopo decenni di convegni, dichiarazioni pubbliche, interviste e battaglie, è ormai di dominio pubblico, pur non avendo avuto la stessa risonanza pubblica delle poche semplici frasi dette in agosto da padre Funes.
Un paradosso che sicuramente sarà spunto di riflessione per molti, vista la credibilità e la stima di cui Corrado Balducci godeva in qualità di esorcista della Diocesi di Roma.
La morte dell'alto prelato rappresenta sicuramente una grande perdita per la ricerca ufologica condotta senza pregiudizi, soprattutto in virtù delle correlazioni interdisciplinari a cui si presta questa materia, che va necessariamente ad intrecciarsi con ambiti scientifici, filosofici, storici e spirituali, di cui mons. Balducci aveva una grande conoscenza ed esperienza.
Non possiamo che augurarci che la sua dedizione non vada in qualche modo "sprecata", avendo se non altro assolto il compito di pioniere, seppur indipendente, nella possibilità di un confronto pubblico e disinibito da parte delle istituzioni ecclesiastiche su queste tematiche.
Approfondimenti sul rapporto tra Chiesa e ufo su
Edicolaweb
Torna ad inizio pagina

 

 

 

  

Tre casi di avvistamenti UFO ufficialmente certificati dall'Aeronautica Militare nell'anno solare 2007, diversi altri - con statistiche regolari - negli anni scorsi, a risalire fino al 2001.  Questo il risultato di un rapporto resto noto ieri, che fornisce elementi assai interessanti, proprio perchè proviene da una fonte militare, ufficiale.

Vi riporto qui il completo take scritto da Vincenzo Sinapi per l'Agenzia Ansa:

Ufo sui cieli d'Italia, l'estate dell'anno scorso: in un caso l'oggetto volante era "fermo e ruotava su se stesso", in un altro procedeva con "moto misto, rettilineo e a zig zag", nell'ultimo non e' stato visto ad occhio nudo, ma e' stato catturato dall'obiettivo di una macchina fotografica.

Sono tre i presunti avvistamenti di Ufo registrati, nel 2007, dall'Aeronautica militare: uno a luglio in Emilia Romagna, un altro ad agosto in Sicilia e l'ultimo a settembre nel Lazio, secondo i dati raccolti dal Reparto generale sicurezza della Forza armata, che si occupa anche di queste cose.

Il 1/o Ufficio del Reparto, infatti, raccoglie le segnalazioni provenienti da diverse fonti e predispone dei riepiloghi annuali, anche se "per uso esclusivamente statistico": non vengono cioe' espresse valutazioni sulla loro attendibilita'.

Il primo avvistamento dell'anno scorso e' avvenuto l'11 luglio, alle 10:10. Ad accorgersi di quello che in gergo aeronautico viene definito un 'Ovni', cioe' un Oggetto volante non identificato, sono stati "privati cittadini", a sud-ovest di Bologna. L'Ufo in questione, notato a circa 1.000 metri di quota, aveva - si legge nella scheda dell'Aeronautica - "forma irregolare", che "variava durante la rotazione". Il colore era "bianco" e la velocita' "non stimata".

Il secondo avvistamento il 19 agosto, alle 21:02, all'aeroporto palermitano di Punta Raisi, quando dei cittadini videro "due luci" bianche muoversi da ovest verso est a grande velocita' con movimento misto "rettilineo-zig zag".

Terza e ultima segnalazione del 2007, a Nettuno (Roma), il pomeriggio del 6 settembre "poco dopo la fine di un breve temporale": in quel caso si tratto' di alcuni "punti di luce", "non visibili ad occhio nudo, malgrado siano stati captati dalla macchina fotografica".

Anche nel 2006 i presunti avvistamenti di Ufo registrati dal Reparto generale sicurezza dell'Aeronautica furono tre: il 3 maggio a Procida (l'oggetto aveva "forma ellittica e colore giallo") e il 3 settembre (due segnalazioni) nel palermitano.

Nel 2005, quattro casi, tra cui quello segnalato il 25 luglio da alcuni passeggeri di un aereo di linea nel tratto di costa tra Pescara ed Ancona che videro "una specie di missile, di circa due metri di ampiezza e con delle alette sulla parte terminale, bianco e con la punta ogivale rossa".

Nel 2004 solo due segnalazioni: tra le altre - il 13 ottobre, a Vibo Valentia - quella di un oggetto "ovale, bianco", che poi "diventava viola, giallo e arancione" e che procedeva "con movimenti zig-zagati in tutte le direzioni".

Cinque gli avvistamenti nel 2003, compreso quello - il 17 giugno, a Perosa Canavese (Torino) - di un Ovni "composto da tre cerchi collegati" atterrato su un campo di grano. La prova? Lo "schiacciamento uniforme della coltura".

Nel 2002 gli avvistamenti registrati dall'Aeronautica furono sei, tra agosto e dicembre: ad Orbassano (Torino), contemporaneamente all'avvistamento del "disco luminoso di circa tre metri", un signore noto' pure "la scomparsa del segnale Tv e l'apertura del cancello automatico" di casa.

Cieli affollati di Ufo, infine, nel 2001: dalla "palla di fuoco" avvistata a Pescia (Pistoia) il 15 maggio ai "due globi" visti sui cieli di Rio Marina, all'isola d'Elba, le segnalazioni giunte all'Aeronautica furono 12.

fonte http://www.ansa.com

Trackback

Indirizzo di Trackback per questo post:
http://blog.blogosfere.it/mte/mt-tb.php?tb_id=130480

UFO: 2007, segnalati avvistamenti ad Aeronautica Militare

 


immagine notizia Latina (25/08/2008) - Tre presunti avvistamenti di Ufo sonostati registrati, nel 2007, dall'Aeronautica militare: uno aluglio, uno ad agosto e l'ultimo a settembre, secondo i dati raccolti dal Reparto generale sicurezza della Forza armata, che si occupa anche di queste cose. Il Reparto, infatti, raccoglie le segnalazioni provenienti da diverse fonti, anche se "per uso esclusivamente statistico": non vengono cioé espresse valutazioni sulla loro attendibilità.
Il primo avvistamento dell'anno scorso - di cui è stata datanotizia all'Aeronautica militare - è avvenuto l'11 luglio, alle 10:10. Ad accorgersi di quello che in gergo aeronautico vienedefinito un 'Ovni', cioé un Oggetto volante non identificato,sono stati "privati cittadini", a sud-ovest di Bologna. L'Ufo in questione, notato a circa 1.000 metri di quota, aveva - si legge nella scheda dell'Aeronautica - "forma irregolare", che "variava durante la rotazione".
Il secondo avvistamento il 19 agosto, alle 21:02, all'aeroporto palermitano di Punta Raisi, quando dei cittadini videro "due luci" bianche muoversi da ovest verso est con movimento misto "rettilineo-zig zag".
Terza e ultima segnalazione il 6 settembre a Nettuno, alle porte di Roma: in quel caso si trattò di alcuni "punti di luce", "non visibili ad occhio nudo, malgrado siano stati captati dalla macchina fotografica".

 

 

Brindisi, notte di Ferragosto con E.T.
Un gruppo di ragazzi pronti a scommettere su quanto visto e filmato con i cellulari. Le luci di ipotetici Ufo prima rosse poi bianche. «Non erano stelle cadenti, facevano strani movimenti»
ufo BRINDISI - «Siamo rimasti senza parole: uno spettacolo indescrivibile ». Mary Carbone (nella foto di Tonino Carbone, mentre mostra il filmato ad un amico), diciannove anni commessa in un negozio di abbigliamento di Oria, non credeva agli «ufo» fino alla sera di Ferragosto. «Armata» di videotelefono, ha ripreso le strane evoluzioni in cielo che si sono protratte per più di due minuti. Non era sola, in campagna, quando è stata attirata da quelle strane luci.

«Il primo ad accorgersi della inquietante presenza è stato il mio fratellino Michele di undici anni. È lui che ci detto di guardare in cielo. Anche mamma e papà sono rimasti senza parole». Lei, la commessa, non si è persa d’animo ed ha subito acceso il suo video telefonino per mostrare poi ad amici e parenti quello che aveva visto.

«All’inizio, sembrava solo una palla rossa - racconta -. Poi, si è divisa in più parti e sono arrivate altre luci, questa volta bianche. Ad un certo momento si sono messe in fila fino quasi ad unirsi, per poi allontanarsi tra loro. Il tutto è durato circa due minuti » . La registrazione sul video-telefono dura un minuro e trentasei secondi. Lo «spettacolo», però, era già iniziato da un pezzo quando Mary ha avviato le riprese.
ufo sul telefonino
«Io non so se si tratta effettivamente di ufo - spiega la ragazza -, ma non saprei spiegare altrimenti quello che ho visto. Non erano certo stelle cadenti o fuochi d’artificio. Facevano degli strani movimenti in cielo e proprio questo ha colpito la mia immaginazione ».

Come si diceva, anche papà Mimmo e mamma Rosanna hanno visto quelle strane luci in cielo. La famigliola, nella casa di contrada Lamia nelle campagne tra Oria e Latiano, pensava di essere la sola ad aver notato quelle strane presenze. Invece, non solo tutto il vicinato ma anche persone che abitano in altre contrade si erano accorte di quelle strane luci.
Ufo o no, qualcosa di strano è sicuramente avvenuto l’altra sera in cielo, non solo perchè documentato dal filmato ma anche perchè sono stati davvero tanti a notare quelle luci.

17/8/2008 / FONTE: LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

 

 

Un ufo vola nel cielo di Gassino
L'incredibile video di un bambino

TORINO 12/08/2008 - Quando Andrea e Lorenzo hanno cominciato a fare dei brevi filmati con il loro cellulare tutto potevano aspettarsi tranne che trovarsi di fronte a un oggetto volante non identificato. Però è proprio quello che è successo qualche settimana fa in un giardino di Gassino, e adesso quel filmato sta facendo discutere il popolo di Internet.

Sono all’incirca le 10 del mattino del 18 luglio, quando Andrea, 11 anni, e il suo amichetto Lorenzo, 12 anni, si trovano in un giardino di via Ungaretti a Gassino. La giornata è ideale per giocare all’aria aperta e loro afferrano un videofonino e cominciano a riprendersi. I due non notano nulla di strano fino a qualche ora dopo, come racconta Vincenzo, il padre di Andrea: «Quando hanno riguardato i filmati - racconta - gli è parso di vedere qualcosa che a occhio nudo non avevano notato». Ma l’immagine è difficile da identificare: i bambini si stavano agitando, il cellulare era troppo veloce per capire di cosa si trattava. «Così - prosegue Vincenzo - per capirci qualcosa di più, abbiamo scaricato il filmato sul Pc e l’abbiamo guardato al rallentatore». E il fermo immagine che è comparso sullo schermo è quello che potete vedere in questa pagina: un’immagine sgranata, ma che certamente suscita molti dubbi e tanta curiosità.

«Siamo subito tornati in giardino, ma ovviamente di quell’oggetto non c’era più traccia. È la prima volta che ci capita un fatto del genere, onestamente non so cosa possa essere; anche per questo abbiamo messo il filmato su Internet, per vedere se qualcuno ha delle spiegazioni». Per ora il dubbio rimane ma una cosa è certa: Andrea e Lorenzo, al ritorno a scuola, invece delle solite foto al mare, avranno un ricordo delle loro vacanze estive molto particolare da far vedere ai propri compagni.

Un ufo vola nel cielo di Gassino  (VIDEO)

 

Una sfera di luce sospesa nel cielo
giovedì 14 agosto 2008


Foto Articolo

TARANTO - Credere o no agli Ufo. Il dilemma è difficile da sciogliere, ma resta il fatto che le testimonianze di chi dichiara di averli avvistati continuano nel tempo. Arriva alla nostra redazione la segnalazione di una lettrice che qualche giorno fa, percorrendo la litoranea, lungo il tragitto Montedarena - Lama, ha notato nel cielo, a non molta distanza dal sole che volgeva ormai al tramonto, una grossa sfera luminosa. Non era la luna, i cui tre quarti erano già comparsi nel cielo alle 19.30 (ora dell’avvistamento), e che si trovava dal lato opposto a quello occupato dall’oggetto non identificato (come è possibile osservare nella fotografia in pagina). La sfera era fissa nel cielo, ed è rimasta visibile per lungo tempo, sebbene, racconta la signora, “dopo il primo scatto, la fotocamera non riusciva più a riprenderne l’immagine”. Stabilire la natura dell’oggetto ripreso nella fotografia non è impresa facile. Poiché lo scatto è avvenuto l’11 agosto, si potrebbe ipotizzare anche il passaggio di una di quelle meteore che caratterizzano il cielo in prossimità di San Lorenzo. Tuttavia, lo scorso primo agosto, un avvistamento identico è stato fatto da alcuni residenti della Circonvallazione dei Fiori a Lama. Anche in quest’occasione una sfera luminosa è stata notata fissa sospesa nell’aria. Dopo un quarto d’ora ha iniziato a roteare ed a muoversi lentamente, con bagliori di luce. Per la gioia degli amanti degli incontri ravvicinati del terzo tipo, non si può certo escludere che il nostro cielo sia stato solcato da elementi alieni. Del resto, pensare di essere gli unici esseri viventi nell’universo intero sarebbe un po’ pretenzioso. Angela Todaro

 

 

'Mi sembrava una stella cadente, ma andava a zig zag'
EDIT
06.08.08 15:00  | Ticino |      

È capitato ieri sera nei cieli di Lugano. Lara alza gli occhi, crede di vedere una stella cadente, ma non cade. Anzi, su muove a zig zag. Poi sparisce
 

La mania degli ufo dilaga anche in Ticino. Ora è sulla bocca di tutti e tutti ne parlano. Basta che qualcuno rompa il ghiaccio e la stranezza isolata può diventare una realtà di molti. Il dubbio, certo, resta. Nessuno può dichiarare con certezza dell'esistenza degli ufo, ma molti hanno avvistato nel cielo lampi e luci luminose.

Dopo la coppia di Claro, il presidente UDC Pierre Rusconi e il videoamatore di Melano, ecco spuntare un'altra "avvistatrice". Si chiama Lara. Ci ha chiamati in tarda mattina per dirci: "Anch'io ho visto qualcosa". Ed è capitato ieri sera nei cieli di Lugano. Ecco il suo racconto:

“Sono uscita dalla casa di un amico in Via Besso. Ho guardato il cielo e ho esclamato: 'Una stella cadente!'. Poi ho continuato a guardare ma quella stella non cadeva! Ho capito che c’era qualcosa di strano… Nel cielo in quel momento c’erano solo due stelle: una fissa e quell’altra che continuava a muoversi e ad andare a zig zag”.

Come gli altri avvistatori di ufo, anche l’oggetto non identificato di Lara era luminoso, anzi “molto luminoso”. L'esperienza visiva è durata un paio di minuti, “Poi - prosegue Lara - è sfrecciato via”.

“Se credo agli UFO? Sì, anche se la conferma non c’è”.

chiara

Maxi condanna in vista per l'hacker che ha violato il Pentagono
05/08/2008 - 14:32

Guai in vista per Gary McKinnon, l'hacker inglese che nel 2001 è riuscito a penetrare nel sistema informatico militare americano violando le reti della Nasa, del Pentagono, dell'Esercito e della Marina causando danni per oltre mezzo milione di euro. Accusato di aver compiuto la più grande scorribanda

informatica informaticada quando esistono i computer, è stato estradato negli Stati Uniti dove rischia fino a 70 anni di reclusione e una multa di oltre un milione di euro. McKinnon dal canto suo si dichiara innocente affermando di essere solo un nerd (vedi riquadro) alla ricerca di prove sull'esistenza degli alieni. La Camera dei Lord, il più alto grado del tribunale di Sua Maestà Britannica, non gli ha creduto e l'ha spedito negli Stati Uniti ad affrontare un durissimo processo. La bravata di McKinnon è durata oltre un anno: tra il febbraio 2001 e marzo 2002 il giovane inglese è entrato in 97 computer del Governo americano ed è riuscito a provocare lo spegnimento per più di 24 ore di oltre 2.000 macchine collegate alla rete militare del distretto di Washington. Gli alieni esistono! Solo, questo il nickname del pirata, ha fatto tutto dalla sua abitazione londinese utilizzando un pc e un vecchio modem a 56k. Le numerose falle nella sicurezza delle reti e soprattutto le versioni di Windows prive di password di protezione gli hanno permesso di aggirarsi indisturbato in quella che dovrebbe essere la rete informatica informaticapiù sicura del mondo. McKinnon ha dichiarato alla stampa che nei computer del Governo esisterebbero numerose prove sull'esistenza degli alieni.

 

 

http://www.nwk.it

 

http://www.nwk.it

 

Guai in vista per Gary McKinnon, l'hacker inglese che nel 2001 è riuscito a penetrare nel sistema informatico militare americano violando le reti della Nasa, del Pentagono, > 14:32 del 05/08/2008

 

 

 

05.08.08 14:50  | Ticino |

 

Sabato alle 21.30 l'oggetto volante non identificato ha fatto la sua comparsa nei cieli sopra Claro. A vederlo anche Pierre Rusconi
 

Gli ufo ci sono anche in Ticino, più precisamente sopra i cieli di Claro. E sono passati sabato scorso verso le 21.30. A darne notizia oggi la Regione e il Corriere del Ticino.

"Eravamo appena rientrati da una passeggiata quando io e mio marito abbiamo avvistato una specie di stella, che riteniamo un ufo, che si muoveva molto velocemente e che emanava una forte luce". Il racconto è di una 29enne domiciliata in paese, che preferisce mantenere l'anonimato, ma che assicura: gli ufo ci sono e io li ho visti.

Non ha dubbi sull'oggetto volante non identificato: un globo di luce bianca brillante e senza variazioni di intensità luminosa che aumentava e diminuiva la velocità fino a quasi fermarsi. Poi dopo circa un minuto l'ufo è scomparso dietro le montagne.

"Vista la forte velocità e le traiettorie che l'oggetto volante effettuava escludo si trattasse di un mezzo convenzionale", assicura l'avvistatrice. La 29enne conclude il suo racconto dichiarando che "non abbiamo avuto paura. Siamo rimasti invece molto sorpresi. Pure mio marito una decina di anni fa ne aveva avvistato uno in Sicilia".

A vedere l’oggetto volante non identificato pure Pierre Rusconi, presidente UDC, che ci assicura: “Verso le 21.30 di sabato ho visto la medesima cosa di quello che hanno raccontato gli altri testimoni ai giornali. E cioè: era qualcosa che non aveva forma, ma era fatta di una luce fortissima”.

Rusconi tiene pure a precisare: “Non sono né mitomane, né visionario!”. E dati alla mano, ci dice che il cielo lo guarda spesso la sera per osservare gli aeroplani che passano: “Gli orari sono sempre gli stessi e le direzioni pure. Gli aerei arrivano dal Lema e vanno verso il Generoso o da Milano verso il Ceneri. E le loro luci sono intermittenti”.

Mentre quello che ha visto non arrivava dalle direzioni abituali. “Veniva dalla zona Tamaro - continua nella sua descrizione Rusconi - e ha tagliato verso il Monte Brè. Andava ad una velocità tre volte superiore a quella di un normale aereo. Ho visto una luce fissa e fortissima. Poi è diventata più forte ed è scomparsa”.

Rusconi termina:
“Io non credo agli ufo, però quello l’ho visto!”.

 

 

 

Allarme sul Garda: si vedono gli Ufo
martedì 05 agosto 2008

(red.) La notte gardesana è animata da un nuovo tormentone. Nelle cene e all’ora dell’aperitivo l’ultimo argomento che tiene banco è quello dei dischi volanti.
Anche perché qualcuno ha visto di persona la misteriosa luce rossa che, sabato sera intorno alle 22, è improvvisamente comparsa sul lungolago Gabriele D’Annunzio di Gardone Riviera. Sì avete capito bene, siamo alle prese con un vero e proprio avvistamento di Ufo, acronimo inglese che sta per Unidentified Flying Object, oggetto volante non identificato.
Ma che cosa hanno visto di preciso i turisti che sabato sera cercavano un po’ di fresco sul lungolago di Gardone? Un grande cerchio di colore rosso, raccontano, che prima è rimasto immobile in cielo per una decina di minuti e poi, a grande velocità, s’è allontanato verso Portese-San Felice, come un vero disco volante. La notizia è sorprendente, e non si tratta della solita leggenda metropolitana perché a guardare, con gli occhi sbarrati dalla sorpresa, il misterioso oggetto (chiamiamolo così) sono state decine di persone.
A quanto pare non è la prima volta che capita sul Garda. Ma di che cosa può essersi trattato? Per essere un pallone sonda si muoveva troppo in fretta e per essere un aereo o un elicottero, ultramoderno e perciò silenzioso, non si spiega il colore. Era lo scherzo proiettato in cielo da qualche burlone? Forse. Oppure un’allucinazione collettiva? Può darsi. O un esperimento segretissimo dell'aeronautica? E' possibile.
Sicuramente però questo tocco di mistero conferisce un'attrattiva in più all'estate gardesana.

 

 

Edgar Mitchell, è stato il sesto uomo a camminare sulla luna per ben 9 ore, nella missione Apollo 14. Gli alieni ci visitano da parecchio tempo e le istituzioni stanno tenendo tutto nascosto, anche se ormai una rivelazione pubblica sembra essere imminente.
Lui, Edgar Mitchell, pilota della missione NASA sulla Luna con l'Apollo 14 nel 1971, sembra esserne assolutamente convinto, tanto da riuscire a turbare con le sue affermazioni anche il suo interlocutore radiofonico, Nick Margerrison, durante una intervista su Kerrang! Radio.
Una carriera di tutto rispetto, che gli ha garantito accesso anche ad informazioni che vengono a quanto pare tenute nascoste da almeno 60 anni in ambienti militari e governativi.
Nonostante in interviste passate l'astronauta si sia lasciato andare ad affermazioni possibilistiche sulla esistenza di extra-terrestri nei nostri cieli e di un cover-up istituzionale, questa volta sembra non avere più peli sulla lingua e si espone con rivelazioni clamorose, soprattutto considerando la sua esperienza e credibilità.
Edgar Mitchell infatti non è solo un pilota e astronauta dal 1966, ma ha anche conseguito una Laurea in Ingegneria Aeronautica e un Dottorato in Aeronautica e Astronautica.
Lo scienziato americano era già al corrente delle innumerevoli visite degli ufo alla Terra durante il suo ingaggio alla NASA, ma puntualmente queste venivano tenute nascoste.
A quanto pare gli alieni non hanno intenzioni ostili, altrimenti ci avrebbero già spazzato via, considerato che la nostra tecnologia non si avvicina neanche lontanamente a quella dei visitatori extra-terrestri.
Delle fonti interne alla NASA, che hanno avuto contatti con gli alieni, li definirebbero molto simili a quelli dell'immaginario collettivo, quindi con corpo esile, testa e occhi molto grandi.
"Sono stato abbastanza privilegiato da sapere con certezza, - afferma senza ombra di dubbio Mitchell - che siamo stati visitati sulla Terra e che gli ufo sono un fenomeno reale.".
'E' stato tenuto segreto dai nostri governi per circa 60 anni - prosegue l'astronauta - ma lentamente le informazioni stanno sfuggendo al controllo e alcuni di noi sono stati abbastanza fortunati da essere stati informati su alcuni eventi.".
"Si sta verificando finalmente una sorta di apertura. Credo che ci stiamo avvicinando ad una rivelazione ufficiale e molte organizzazioni si stanno già muovendo in questa direzione.".
Tra le tante affermazioni "forti" dell'ex-pilota, la conferma sul caso Roswell ed altri casi similari che sono ancora sotto investigazione e che anche altri coinvolti negli atterraggi sulla luna sono al corrente di come stanno le cose realmente.
Un portavoce della NASA, a seguito di questa intervista, ha ribadito che l'Agenzia non segue gli ufo e non è coinvolta in nessun tipo di occultamento di informazioni riguardanti la vita aliena sulla Terra o altrove nell'universo.".
'Il Dr Mitchell è un grande americano, - si è affrettata a smentire l'agenzia spaziale americana - ma noi non condividiamo le sue idee su queste tematiche.".

Dall'Inghilterra all'Australia invasione UFO ?

"L'invasione aliena" si sposta dall'Inghilterra all'Australia dove un avvistamento ha scosso una intera comunità di 100 persone. E' successo ieri notte, nei Northern Territory dell'Australia, a 730 Km. a sud di Darwin, nella piccola comunità di Marlinja (112 persone in tutto), quando i residenti hanno potuto osservare tre "astronavi" stazionare per un paio d'ore a pochi metri di distanza dai tetti delle loro case.
Jani Dixon, una dei residenti di Marlinja, racconta la sua esperienza al quotidiano on-line Northern Territory News, ancora scossa per l'accaduto: "I ragazzi erano in cortile a giocare e io ero dentro casa in conversazione con le mie due nipoti, quando abbiamo sentito uno strano rumore molto profondo.
Siamo corse fuori ma non abbiamo notato niente, era molto buio, ma si poteva sentire chiaramente il suono. Un suono orribile. Dal rumore sembrava come se stesse sorvolando la casa e così pensammo fosse una specie di jet. L'unica cosa che ho notato è stata quella che credevo fosse la prima stella della sera.
Poi però
- continua Jani - abbiamo visto tre luci rosse in lontananza e il rumore diventava sempre più forte. Il terreno ha iniziato a tremare sotto i nostri piedi, così siamo corsi in casa e abbiamo chiuso tutte le porte.
I miei nipoti guardavano fuori attraverso le tende. Quella cosa si è avvicinata, ha compiuto una manovra circolare sul cortile e poi si è spostata proprio sopra alla casa.
I ragazzi al campo sono scappati, due ragazze sono rimaste immobili con il naso all'in su ad osservare il cielo. Hanno cercato di capire cosa fosse, ma l'unica cosa che vedevano era questa intensa luce rossa che si stagliava sul buio pesto del cielo notturno. Poi la luce in casa è diventata così accecante che sembra di essere seduti in mezzo ad uno stadio di football. Dopo un po’ è cessato tutto... erano circa le 23.00 quando è finito.".
Poi siamo usciti per parlare dell'accaduto, davanti a una tazza di te, i ragazzi sono andati a letto. Abbiamo sentito di nuovo quel rumore per qualche secondo, come se stesse per tornare, ma invece è sparito. Siamo rimasti tutti sconvolti, dai bambini di 5 anni agli adulti... per me è stato un shock e non sono riuscita a dormire quella notte. Mentre stava ancora succedendo pensavo tra me e me 'Cos'è questa cosa? Cosa vogliono?'. Non era mai successo niente del genere da noi, insomma senti parlare di UFO nei film ma non ci aspettavamo una cosa del genere, che si manifestassero in questo modo, ci ha davvero spaventati.
".
Sembra che durante la manifestazione ufologica, abbia anche squillato il telefono, ma che non appena la signora Dixon ha tentato di rispondere sia caduta la linea.

UFO: MILITARI INGLESI FILMANO FLOTTA

25 Giugno 2008 12.40 - di Ufologia.net - Fonte: The Sun - cod.134118

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

UFO: POLIZIA INGLESE ALL'INSEGUIMENTO IN ELICOTTERO

20 Giugno 2008 14.05 - di Ufologia.net - Fonte: Terni in rete - cod.133353

   

 E' successo il 7 giugno 2008 nei pressi della base militare di St. Athan a Cardiff, nel South Wales.

L'elicottero della polizia con a bordo tre membri delle forze dell'ordine, si stava preparando ad atterrare presso la base militare a circa 15 metri di altezza, quando è stato costretto ad una repentina virata a causa di un oggetto volante non identificato in rapido avvicinamento e in rotta di collisione con il velivolo.
I tre poliziotti hanno potuto vedere chiaramente l'oggetto che stava per urtarli e l'hanno descritto come il classico "disco volante", completo di lucine lampeggianti nella parte inferiore.
Dopo aver sventato il rischio di collisione, il mezzo della polizia inglese si è lanciato all'inseguimento del velocissimo UFO, sorvolando il canale di Bristol fino alla costa di North Devon, punto in cui l'equipaggio ha dovuto desistere dalla caccia per non rischiare di rimanere senza carburante.
Un portavoce della polizia del South Wales ha confermato che l'unità di supporto aereo ha avvistato un oggetto anomalo e che l'accaduto è stato riferito in dettaglio alle autorità competenti per i dovuti accertamenti.
I poliziotti coinvolti sono professionisti addestrati e ben coscienti di quanto insolito possa sembrare il loro racconto eppure, con estrema determinazione, asseriscono che quello che hanno potuto osservare in dettaglio e molto da vicinio, era il classico "disco volante".
Nonostante il mezzo fosse dotato di sofisticate apparecchiature di ripresa e di sorveglianza, a quanto pare non ci sono riprese dell'oggetto.
A quanto pare Cardiff e più in generale la zona del South Wales, rientrano nella top ten degli hotspots in Inghilterra per gli avvistamenti ufologici, secondo una
analisi della Virgin Media, che ha tenuto conto di 609 avvistamenti tutt'ora inspiegati, a partire dal 1961.
Forse parte del coraggio nel sostenere con forza le proprie affermazioni, nonostante l'ancora diffusa diffidenza del pubblico sulle segnalazioni ufologiche, è stato tratto dagli ufficiali inglesi proprio dalla recente pubblicazione degli "x-files" da parte del Ministero della Difesa Inglese.
Scontata ma anche vagamente umoristica, in perfetto stile anglosassone, la dichiarazione dello stesso Ministero della Difesa Inglese al giornale "The Sun" sull'accaduto: "Non abbiamo ancora avuto notizia dell'accaduto. Ma sicuramente non è raccomandabile che elicotteri della polizia si lancino all'inseguimento di quelli che ritengono oggetti volanti non identificati.".

UFO PRECIPITATI - AEREI MIG RUMENI RIENTRANO MALCONCI DOPO SCARAMUCCE CON GLI UFO

Un riassunto degli ultimi avvenimenti è d'obbligo. Le fonti provengono da internet e dai quotidiani, italiani ed esteri, sono affidabili, le notizie non sono state smentite. Iniziamo da due mesi fa circa. Romania: un aereo militare Mig ha avuto problemi con degli UFO dopo averli inseguiti e tentato di intercettarli, probabilmente si trattava di sonde sferiche. Italia: circa dieci giorni fa si è verificato un incidente o tra due aerei tanker irroratori di scie chimiche che si sono scontrati tra di loro in volo sopra il cielo della Sila, o come affermano delle insistenti e concrete voci circolanti, si è verificato un attacco UFO contro gli aerei tankers. Romania: due giorni fa, un altro aereo Mig viene attaccato da quattro UFO, sono coinvolte ancora sonde sferiche, il Mig rientra malconcio. Stati Uniti, Alabama, una sfera di diametro di 90 cm luminosissima cade a terra, i testimoni avvisano i militari che la recuperano. Vietnam, confine con la Cambogia, un'altra sonda sferica extraterrestre cade, la sua caduta viene ripresa in un video da alcuni testimoni....un altro UFO precipita negli USA...................
L'articolo molto lungo con foto e link prosegue sul mio blog.


http://blog.libero.it/aliasrc

 

 

 Filmato di falsi Ufo (Mini Mongolfiere) causa di molti avvistamenti degli ultimi anni.

www.youtube.com/watch

UFO SOPRA MEXBOROGH: SOUTH YORKSHIRE

19 Maggio 2008 14.38 - di Ufologia.net - Fonte: Terni in rete - cod.127468

   

 Philip Mantle indaga su un interessante avvistamento risalente al 7 settembre 2007 a Mexborogh nel Sud Yorkshire

Articolo di Philip Mantle
Traduzione di Raffaele Di Nicuolo – Ufologia.net

Un ringraziamento speciale a Jan Patience, editore del magazine "BEYOND" che dopo essere stato informato di questo avvistamento tramite una lettera indirizzata alla propria redazione, mi ha consentito di occuparmi personalmente all’indagine di questo caso.

Jan Patience, editore di BEYOND, aveva ricevuto una lettera indirizzata alla propria rivista, contenente la descrizione di un avvistamento UFO e siccome il magazine non ha ancora una sezione della posta, Jan mi chiese gentilmente se potevo occuparmi del caso. Ho scritto diversi articoli per BEYOND e abitando vicino alla zona dell'avvistamento, mi occupai molto volentieri anche di questo caso.

I nomi dei testimoni di questo avvistamento sono di fantasia. Il Sig. Christopher Stevenson (pseudonimo) scrisse a BEYOND il 9 ottobre 2007:

 
Caro Direttore,

Ho già avuto modo di parlare telefonicamente con uno dei suoi colleghi, informandolo delle varie difficoltà incontrate nel tentativo di contattare un investigatore UFO per segnalare un avvistamento.

La descrizione venne segnalata al sito internet del BUFORA, (Associazione di Ricerca Ufologica Britannica) l’8 settembre 2007, giorno successivo all’avvistamento ma la risposta ricevuta fu semplicemente un "grazie per la segnalazione e l'invio della foto tramite e-mail" - Fino ad oggi non abbiamo mai incontrato nessun investigatore - sembra che nessuno abbia interesse ad identificare questi avvistamenti UFO.

Provai a contattare alcuni indirizzi trovati in internet appartenenti a centri di investigazione UFO, ma con mia sorpresa notai che tutti i ricercatori citati attualmente si dedicavano ad altre cose.

Volendo sottoporre a tutti i costi la nostra segnalazione corredata da foto ad un ufologo, proviamo a rivolgerci al vostro Magazine, con la richiesta di rimanere anonimi - senza pubblicare nomi e indirizzo.

Non so se pagate coloro che inviano questi avvistamenti UFO con fotografie, ma apprezzerei una copia omaggio della rivista, quando e semmai la pubblicaste. Potete trovare la segnalazione e le fotografie allegate a questa lettera - preghiamo di risponderci al più presto.

Grazie. Distinti Saluti C. Stevenson.


UFO sopra Mexborought.

Questa e' la testimonianza completa di ciò che io e mia moglie osservammo la sera di Venerdì 7 Settembre 2007.

Poco prima delle 23:00, mia moglie ed io stavamo camminando verso casa con il nostro cane. Mentre ci trovavamo in fondo alla strada (nome cancellato per la privacy) vicino alla fermata del bus, mia moglie indicò nel cielo una luce molto luminosa verso sud che pareva sprigionare un forte bagliore. Non vi erano nuvole quella sera e non si vedeva la luna nel cielo.

La luce rimase ferma per qualche minuto a circa 2 miglia di distanza, sopra alcuni campi in direzione di una fattoria locale che sorge su di una collina boscosa che domina il villaggio di Old Denaby. Attraversammo la strada e la luce iniziò a muoversi verso nord di Mexborogh in una direzione che l'avrebbe portata proprio nella parte posteriore della nostra abitazione.

Entrai in casa per prendere la macchina fotografica digitale. Mi recai immediatamente fuori passando dalla porta della cucina verso il giardino, salendo successivamente su di una panchina per fotografare meglio la luce che stava volando sopra. Sfortunatamente a causa del bagliore che usciva sono riuscito a scattare solamente una foto dello strano oggetto circolare.

L'oggetto era di colore arancio-verdastro con una serie di piccole luci sul bordo esterno. Il mio cane abbaiò freneticamente e corse su e giù per il cortile, mentre la luce di sicurezza oscurò la mia vista. Il mio orologio da polso segnava le 23:00 esatte. Comunque, e' interessante segnalare che poco dopo la scomparsa dell'oggetto, si udì il suono di una serie di aerei che procedevano nella stessa direzione verso il Nord di Adwick sopra Dearne. La parte superiore era scura, e non si notarono cabine passeggeri o finestre illuminate o visibili.

 
 


Schizzo disegnato dai testimoni


Le caratteristiche della mia fotocamera digitale sono : Samsung con SHD lens zoom 7.4,22. – 2mm (Digimax S800).

L'oggetto ha una notevole somiglianza con quello di un avvistamento segnalato dai piloti dell'Air Force Cinese oltre la frontiera nord della Cina nel giugno 1982 (in allegato il clip della rivista cinese UFO che mostra questo avvistamento).

Mi fermo qui, vorrei aggiungere che mia moglie ed io non vogliamo far pubblicare i nomi in questa storia, perché non vogliamo violare la nostra privacy e vorremmo mantenere l'anonimato per motivi personali e privati (e' possibile questo?).

Vi preghiamo di tenerci informati i vostri
Signor e Signora Stevenson (vero nome e indirizzo allegati)

Il Sig, Stevenson ci ha fornito 3 fotografie che sottoponiamo alla Vostra attenzione. Sono molto 'interessanti', ma come spesso accade in molte fotografie di questo tipo hanno pochi dettagli. Quindi e' quasi impossibile giungere ad una qualsiasi conclusione riguardanti l'avvistamento.

Non vi e' alcun motivo per dubitare nella sincerità dei testimoni, ed e' una vergogna come centri di ricerca come potrebbe essere il BUFORA non siano in grado di dare nessuna risposta. Sono stato direttore del BUFORA e questo mi rattrista.

 

 

Strane luci nel cielo

– (14/5/08) Ogni tanto qualcuno vede qualcosa nel cielo notturno: strane luci a volte immobili a volte in movimento. E’ accaduto anche ieri sera come afferma la mail che pubblichiamo e la foto scattata per l’occasione. Siamo convinti di non essere i soli nell’universo ma ci vogliono prove certe. Del resto anche il Vaticano, proprio ieri, ha fatto sapere che ci crede ma che ciò non mette in discussione la fede.Ecco dunque la mail ricevuta: “…sono Bianca, cittadina di Stresa. Scrivo per chiedere se qualcuno ha notato, ieri sera (martedì 13 maggio2008) ore 23.03 circa, delle luci nel cielo di colore rosso scuro in direzione nord. La mia curiosità è se qualcuno sa dare una risposta. Qualcuno ha segnalato qualcosa di simile a quello che vi ho descritto? Erano tre luci disposte a formare un triangolo col vertice in basso, ma poi sono cambiate e il vertice era in alto poi piano piano si sono spente una alla volta...sempre rimanendo in quell'area del cielo. Ho fatto anche alcune foto ma la mia digitale è un giocattolo: non si vede chiaramente. Non sono la sola ad averle viste, altre 3 persone mi hanno spiegato quello che ho visto anch'io....ma cos'era? La mia è pura curiosità, vorrei sapere cos'ho visto.Certa che leggerete la mia mail vi ringrazio anticipatamente dell'attenzione...Fasoli Bianca

Fonte: STRESANOTIZIE

Le hanno viste in tanti: – (15/5/08) Le “strane lui” apparse nel cielo di Stresa la notte del 13 maggio  sono state osservate da diverse persone. Riportiamo le mail pervenuteci:  Volevo portare un "conforto" visivo a Bianca: sia io che mio marito abbiamo visto le tre luci e anche noi ci siamo chiesti cosa fossero. Tra l'altro, ieri ho anche dato un'occhiata al sito web di Azzurra Tv per verificare se ne avessero dato notizia. Ma purtroppo nulla! So che a Stresa, a suo tempo, c'era un centro appassionati Ufo. Magari qualcuno di loro ci può spiegare questo strano fenomeno Elena Capaldo.” E ancora:  “Alla signora Bianca segnalo che anche noi (io e mia moglie) abbiamo notato il fenomeno delle luci, che in un primo tempo erano 5. Comunque altri conoscenti hanno seguito il fenomeno che è  durato a lungo fin dopo le 23,30. Cesare Sacconi, Carciano”. Purtroppo nessuno esperto ci ha potuto finora spiegare la natura del fenomeno: consoliamoci al pensiero che Stresa ha una lunga tradizione di ospitalità e che pertanto…ben vengano anche gli UFO.

Fonte: STRESANOTIZIE

 

 

 

 

 

 

Anche a noi sono arrivate richieste di spiegazioni riguardo le luci anomali del  13 Maggio 2008.

Concordiamo con la ipotesi espressa da Fasoli Bianca. E' molto plausibile, molti casi presunti UFO sono stati spiegati con MINI MONGOLFIERE cinesi. Le descrizioni dei vari testimoni tendono ad avallorare questa ipotesi.

 

 

IL CIELO
2/5/2008
Cento anni fa la catastrofe
di Tunguska. Quando la prossima?
PIERO BIANUCCI
Il 30 giugno saranno passati cento anni da quando la Terra fu investita da un misterioso oggetto celeste sulla cui natura ancora si discute. Il fatto è noto come l’evento di Tunguska. Le celebrazioni si svolgeranno dal 26 al 28 giugno a Mosca. Il 19 giugno, nel pomeriggio, presso il Planetario di Torino (www.planetarioditorino.it) accanto all’Osservatorio astronomico sulla collina di Pino Torinese, si terrà un convegno di studiosi sotto l’egida dell’associazione Russkij Mir (www.arpnet.it/russkij). L’astronomo Mario Di Martino, che ha partecipato ad alcune spedizioni di ricerca sull’evento, terrà una conferenza divulgativa dal titolo “La catastrofe di Tunguska 100 anni dopo”. Interverrà il fisico Tullio Regge, presidente onorario dell’Associazione .

Il centenario è l’occasione per fare il punto sulle attuali conoscenze su di un evento catastrofico che rimane tra i più enigmatici. Che cosa realmente esplose nel cielo della Siberia alle 7 del mattino del 30 giugno 1908? Secondo un articolo di Luca Gasperini pubblicato dalla rivista “Terra Nova”, la risposta è venuta fuori da 27 tubi che contengono fango estratto da uno specchio d’acqua profondo 54 metri: il Lago Cheko (cheko = cigno), nella taigà siberiana, a centinaia di chilometri dal villaggio più vicino. E la risposta è che quel lago si formò in seguito all’impatto di un asteroide dal diametro di 30-40 metri. Gareth Collins, dell’Imperial College di Londra però non condivide le conclusioni dello scienziato italiano. Una nuova spedizione nel 2009 dovrebbe portare la parola finale. Il verdetto dovrebbe venire da scavi in profondità sotto il fondo del lago Cheko, dove potrebbe essere rimasto uno strato di terreno reso più compatto dall’urto del meteoroide.

Rievochiamo i fatti. Un bagliore accecante squarciò il cielo all’alba del 30 giugno 1908 a nord di Vanavara, un paese di pastori vicino al fiume Tunguska Petrosa, sul sessantesimo parallelo, lo stesso di San Pietroburgo. Seguirono un terrificante boato e un violentissimo spostamento d’aria. Nel raggio di qualche decina di chilometri milioni di betulle furono abbattute, come si può vedere nella foto qui accanto. Molte conifere invece resistettero ma un soffio di vento infuocato le ridusse come «pali del telegrafo» bruciacchiati. Un pastore di renne rimase ucciso, un altro perse la parola per lo spavento. Finissima polvere rimase in sospensione nell’atmosfera, arrossando i tramonti e schiarendo le notti per più di un mese. L’onda d’urto e un terremoto furono registrati a migliaia di chilometri. Poi sull’evento calò il silenzio, complice la popolazione locale, i tungus, una tribù degli evenki, nomadi della Siberia impregnati di pensiero magico: la parola «sciamano» ci arriva dalla loro lingua.

Soltanto 12 anni dopo il fisico Leonid Kulik cerca nuovi dati di prima mano. Raccoglie testimonianze, scatta fotografie, dall’inclinazione degli alberi abbattuti individua l’epicentro del fenomeno: è lui a definire «pali del telegrafo» i larici sopravvissuti. Kulik si convince che a produrre tanta distruzione dev’essere stato un frammento di asteroide o di cometa, e cerca sul posto frammenti di meteoriti. Invano. Niente meteoriti, niente cratere. Più lo si studia, più l’enigma si fa oscuro.

Negli anni, le ipotesi si sono sprecate: una esplosione atomica ante litteram prodotta da extraterrestri, il naufragio di un’astronave aliena, un grumo di antimateria, un minuscolo buco nero vagante, una nube di metano emanata dal sottosuolo. Ma l’idea di Kulik rimane la più credibile. I calcoli più recenti dicono che a 8 chilometri di altezza potrebbe essere esploso, vaporizzandosi, un mini-asteroide largo 60-100 metri con una massa di 400 mila tonnellate che si muoveva alla velocità di 16,5 chilometri al secondo e che attraversava l’atmosfera con volo radente.

Nel 1991 ha raggiunto Tunguska un gruppo di studiosi del Cnr e dell’Università di Bologna guidato da Giuseppe Longo: la resina di alberi che furono testimoni dell’esplosione ha rivelato particelle di minerali compatibili con l’ipotesi dell’asteroide. Una spedizione successiva ha dragato i sedimenti del Lago Cheko estraendo carote di fango: i sedimenti corrispondenti al 1908 sembrano contenere polveri che si depositarono nei due mesi successivi all’evento.

Tunguska è uno dei luoghi più inaccessibili del mondo. Gelo a -50 °C d’inverno, afa umida d’estate, nugoli di zanzare, nessuna strada. L’elicottero porta gli scienziati non può neppure posarsi per non sprofondare nella soffice torba che ricopre il permafrost: le operazioni di sbarco e di imbarco si devono fare a pale rotanti.

La soluzione dell’enigma di Tunguska ci riguarda tutti. Eventi di questo tipo si ripetono ogni 100-1000 anni. La potenza è pari a quella di mille bombe atomiche. Meglio non pensare a che cosa succederebbe se il bersaglio fosse una grande città. Tom Geherels, Università dell’Arizona, ha fatto dei calcoli: la probabilità di morire per l’impatto di un asteroide è di 1 su 6000, per un incidente aereo 1 su 20.000. Cifre così controintuitive da sembrare incredibili. Il fatto è che la caduta di un asteroide tipo Tunguska è sì molto più rara di un incidente aeronautico, ma le vittime che può fare si contano a milioni.

 

 

UFO: NITIDA FOTO DI TRIANGOLO IN SOUTH CAROLINA

24 Aprile 2008 12.01 - di Ufologia.net - Fonte: UFOs NW - cod.123258

Mappa di Greenville

Mappa di Greenville

Immagini

 Nessun video o audio disponibile

 Nessuna documentazione disponibile

  • Data articolo originale
  • 19 Aprile 2008

 L'oggetto è stato avvistato da almeno due testimoni il 19 aprile 2008 intorno alle 11.30 di mattina.

L'incredibile foto ha fatto la sua comparsa qualche giorno fa nel sito UFOs Northwest, quando un testimone ha inviato la segnalazione dell'avvistamento, corredata appunto delle immagini estremamente nitide dell'UFO.
L'avvistamento risale sabato 19 aprile ore 11.24 di mattina, nella zona di Greenville all'estremo sud-ovest della South Carolina (USA).
Il tutto è durato circa un minuto durante una giornata nuvolosa, con leggera pioggia e deboli venti da sud a 8 miglia orarie.
Il testimone racconta di aver notato l'oggetto sorvolare il suo confine, mentre stava osservando il nido che un uccello ha pensato bene di realizzare sotto al suo portico.
A quel punto è corso in casa per prendere la fotocamera ed è riuscito a scattare solo due foto prima che le batterie si esaurissero completamente.
Il triangolo scuro proveniva da ovest in direzione est. Emetteva solo un debole ronzio a bassa frequenza, simile a quello di un trasformatore.
Una conferma dell'avvistamento arriva da una seconda testimonianza raccolta dal sito UFOs Northwest, la quale conferma orario e forma dell'oggetto, così come appare nelle foto.
Speculazioni indicano che potrebbe trattarsi di un progetto militare segreto che va sotto il nome di TR3B, ma non essendoci alcun dato a riguardo, dati i numerosi avvistamenti di UFO di forma triangolare, rimane comunque aperta l'ipotesi extra-terrestre.

 

Luci nel cielo in Arizona: è psicosi Ufo

Quattro strani punti luminosi di colore rosso sono rimasti allineati in diverse formazioni per una decina di minuti

 

PHOENIX - Quattro punti luminosi comparsi nel cielo notturno di Phoenix hanno messo in subbuglio ufologi e migliaia di appassionati di fantascienza. Gli avvistamenti, documentati da foto e video amatoriali  ricordano in maniera impressionante la serie di luci misteriose apparse del deserto dell'Arizona undici anni fa, e mai decifrate.

TAM TAM - Quattro strani punti luminosi e di colore rosso sono rimasti allineati in diverse formazioni per una decina di minuti lunedì sera, verso le 20 ora locale. Hanno formato una linea verticale; una sagoma di rombo; un triangolo; una «u» e dopo pochi minuti si sono mossi a gran velocità da sinistra a destra, prima di sparire una a una. Questo il racconto fatto da alcuni testimoni al quotidiano The Arizona Republic. «Ho visto le quattro luci comparire. Sono giunte al di sopra delle nostre teste in formazione ma poi si sono spostate in diverse posizioni di manovra». Diverse persone hanno immortalato gli oggetti in cielo con i loro telefonini o con delle videocamere; i filmati sono finiti poi nei tg delle tv locali e su molti siti d'informazione. Il tam tam mediatico sulla stampa Usa ha avuto inizio dopo che il singolare evento è stato la notizia d'apertura del cliccatissimo Drudgereport.com.

MILITARI - Ciononostante, il fenomeno di inizio settimana rimane un mistero. Anche per le autorità militari. Il Comando di Difesa Aerospaziale degli Usa ha dichiarato tramite un suo portavoce di non sapere da dove siano arrivate queste luci. «Nulla di sospetto è stato notato sui nostri radar di Sky Harbor» ha detto Ian Gregor del Dipartimento dei Trasporti statunitense a Arizona Republic, aggiungendo che «l'agenzia non prevede di investigare sulla vicenda». I cittadini della Valley of the Sun riferiscono però di aver notato chiaramente che la velocità e l'agilità degli oggetti avvistati era molto diversa da possibili ipotesi di aerei o altri velivoli militari. Secondo altri la spiegazione potrebbe essere molto più semplice: un uomo della zona ha dichiarato mercoledì alla tv locale KTVK-TV di essere l'autore di quello che molti hanno considerato un inspiegabile fenomeno extraterrestre. Lino Mailo ha detto di aver visto il suo vicino di casa lanciare in aria nella serata di lunedì alcuni banalissimi palloni gonfiati con l'elio.

PRECEDENTI - Ogni anno in quest'area ci sono migliaia di segnalazioni Ufo. Stavolta però il mistero s'infittisce, anche perché proprio da queste parti il 13 marzo del 1997 avvenne uno dei più spettacolari avvistamenti Ufo nella storia - un evento che viene usualmente chiamato il «caso delle Luci di Phoenix». Una serie di oggetti luminosi a forma romboidale hanno navigato silenziosamente sopra Squaw Peak, la montagna di Phoenix, e sono rimasti visibili molto a lungo. Le videro in migliaia. Secondo gli esperti quelle luci - che furono anche fotografate - non potevano essere aerei, elicotteri, stelle o meteoriti cadenti e neppure riflessi di una qualche natura geofisica. Nel luglio dell'anno scorso sopra i cieli inglesi cinque oggetti luminosi hanno fatto la loro comparsa di notte e mobilitato l'attenzione di centinaia di abitanti a Stratford-Upon-Avon, la cittadina natale di William Shakespeare. Per i più scettici si trattava semplicemente di palloni aerostatici, fuochi d'artificio o lanterne lanciate da un vicino campo da rugby: molte delle persone che hanno immortalato l'oggetto volante non identificato con i loro cellulari hanno tuttavia giurato si trattasse di un fenomeno extraterrestre.

Elmar Burchia
23 aprile 2008(ultima modifica: 24 aprile 2008)

 Cos'è questa storia dell'Ufo su Firenze?
Ho voluto anzitutto parafrase un famoso romanzo di Flaiano "Un marziano a Roma". Pare che il fatto sia accaduto veramente nel 1954, quando la partita di calcio Fiorentina-Pistoiese è stata sospesa per l'arrivo di un Ufo. Mi sono documentato e ci sono anche delle foto che testimoniano il fatto.

ECCO ALCUNE CONSIDERAZIONI DI ALL'ORA

Finora calcisticamente ne avevo sentite tante, gare riviate per neve, nebbia, pioggia, invasioni, illeciti, illazioni. Ma questa mai. Sentite bene si riferisce ad un Fiorentina-Pistoiese del 1954, Campionato riserve, qualcosa che ora non esiste più ma da quel che ho capito simile alle squadri B che ci sono in Spagna. Nel secondo tempo, la gara fu interrotta per 11 minuti ed ecco il motivo:
Alle 14.20 del 27 ottobre 1954 nel cielo di Firenze appaiono oltre 20 oggetti volanti. Sembrano procedere in formazione. Sfrecciano a velocità altissima da Nord Ovest a Sud Est, dalle Cascine verso Rovezzano. I primi hanno l'aspetto di ali d'aquila, poi segue una serie di oggetti a forma di goccia e infine chiudono la processione aerea dei dischi piatti, bianchi e lucenti. Il tutto dura circa 15 minuti. E non finisce qui.
Pochi minuti dopo, nello stadio comunale, inizia la partita di calcio Fiorentina-Pistoiese. All'inizio del secondo tempo, l'intero stadio, improvvisamente, inizia a mormorare. A tal punto che l'arbitro è costretto a interrompere la partita. Il ricordo dei calciatori è vivido: 11 minuti femi ad osservare, insieme a tutto il pubblico, le evoluzioni degli oggetti volanti che eseguono alcune manovre acrobatiche e sfrecciano via muovendosi a zig zag. La situazione è incredibile: migliaia di testimonianze collettive, un'intera città con il naso all'insù.
E non è ancora tutto. Dopo l'avvistamento, infatti, per oltre mezz’ora, Firenze viene ricoperta da una specie di neve appiccicosa che al contatto con le mani si smaterializza. Uno studente di ingegneria riesce però a raccoglierne un campione e a farlo analizzare dalla facoltà di chimica. Il professor Canneri esegue una spettrografia sui filamenti che risultano composti prevalentemente di Boro e Silicio. Il giorno seguente è ancora il giornalista Giorgio Batini a portare in istituto una notevole quantità di quella strana ragnatela, che raccoglie nei boschi "imbiancati" intorno a Firenze.
Alcuni biologi sostengono che si tratti di una particolare ragnatela prodotta da una specie di aracnide migratore che usa le correnti aeree. Secondo altri sarebbero residui chimici delle lavorazioni tessili dispersi in atmosfera. Per altri ancora potrebbero essere frammenti di una paglia antiradar usata dagli aerei negli anni '50. Nessuna di queste ipotesi riesce però a spiegare come una quantità così grande sia potuta cadere su un'unica città in un solo giorno.

Ma ecco delle testimonianze dirette di alcuni spettatori:
"Ho un ricordo vivissimo,personale.Avevo sette anni e mio nonno mi porto' allo stadio.Ricordo che fosse un mercoledi' e la partita fosse del campionato riserve,competizione che non esiste ora piu'. Mio nonno era un navigante,era capitano sui mercantili e dovendo tornare a Genova per imbarcarsi,non avrebbe potuto vedere la partita della domenica successiva.Cosi' mi porto' allo stadio per godersi,comunque,una partita, prima di ripartire.Se ben ricordo ,l'ingresso era solo in tribun;comunque ero li' e vidi benissimo i dischi sopra la torre di Maratona ad una altezza non eccessiva.Poi comincio' a cadere la lanuggine ed io, come altri, fummo incuriositi e ci portammo fuori della copertura della tribuna per vedere bene di cosa si trattasse.Cosi', con mio nonno,toccammo quella cosa,ma appena toccata spariva,senza lasciare traccia. Ho ancora la sensazione di quella specie di manna"
Dell'episodio si parla diffusamente in un volume della Corrado Tedeschi Editore, casa editrice non dedita soltanto all'enigmistica tascabile, ma anche ai fenomeni paranormali (pubblica, o pubblicava, ad esempio, anche il famoso "Giornale dei Misteri"). L'episodio accadde il 29 ottobre del 1954 durante una partita del campionato riserve tra Fiorentina e Pistoiese giocata nel primo pomeriggio. Secondo il volume (espressamente dedicato agli avvistamenti di UFO in Italia), durante la partita furono notati degli "oggetti luminosissimi" in cielo (era una bellissima giornata di autunno), che catturarono subito l'attenzione non solo degli spettatori -era aperta solo la curva Fiesole-, ma anche dei ventidue in campo e dell'arbitro, che interruppe addirittura il gioco. Nel volume e' riportata una foto che ritrae appunto dei giocatori della Fiorentina e della Pistoiese occhi al cielo, che guardano sbigottiti. Subito dopo, secondo le testimonianze, cominciarono a cadere delle strane particelle fioccose di una sostanza imprecisata, fenomeno che interessò tutta l'area del Campo di Marte. Addirittura, in via Tito Speri (secondo quanto si racconta nel volume), un giovane studente montò dall'abbaino sul tetto della propria casa per raccoglierne alcune, che portò poi ad analizzare ad un istituto scientifico. Tutto questo, va detto, è situato nel famoso "Flap nel 1954"; nel gergo ufologico, un "flap" è un'ondata di avvistamenti di UFO. Quello dell'autunno del 1954 è rimasto negli annali e coinvolse principalmente la Toscana, dove si ebbero centinaia di testimonianze di avvistamenti"

Vicenza, poliziotti avvistano Ufo 09.04.08

Era oggetto affusolato con luce bianca

Un oggetto volante non identificato è stato avvistato sul cielo di Vicenza. L'insolito "incontro" è stato fatto da due agenti di un'auto della Polizia in servizio di pattugliamento. Nella relazione redatta dai poliziotti si parla di un oggetto scuro e affusolato con una luce biancastra sulla parte anteriore ad alcune centinaia di metri di altezza.

Gli agenti hanno anche contattato la centrale operativa e chiesto al Centro controllo volo di Istrana (Treviso) di verificare se in quella zona vi fossero in corso voli di addestramento militare o altri passaggi. Ma da Istrana è giunta la risposta di un solo aereo in transito, un Boeing, che tuttavia non corrispondeva al genere di avvistamento compiuto dai poliziotti, secondo i quali l'oggetto volava senza emettere alcun rumore.

 

Il presidente della Repubblica Ecuadoregna

ammette che gli UFO ci sono e che per ora non rappresentano una minaccia. Sono ben 44 i primi casi ufficiali declassificati dal Governo Ecuadoregno, a partire dal 13 marzo scorso. Segnalazioni di avvistamenti da parte di testimoni istituzionali, rilasciate tramite il coordinamento del CEIFO, la commissione di studio del fenomeno ufologico, istituita dal Governo dell'Ecuador nel 2005 e presieduta da Jaime Rodríguez.

 

http://www.youtube.com/user/netacho

Robbie Williams ossessionato degli UFO

13 marzo 2008 ale ore 12:23 - fonte: www.repubblica.it ù

L'interesse di Robbie Williams per gli alieni assomiglia sempre più ad un'ossessione vera e propria.

dopo aver annunciato profeticamente la scoperta di altre forme di vita entro il 2012 e aver deciso di dedicare il suo tempo ad aiutare la Nasa a setacciare lo spazio, l'ex Take That potrebbe compiere un ulteriore passo in avanti: comprare un osservatorio astronomico dove passare 18 ore al giorno a scrutare le stelle nella speranza di scovare una traccia extraterrestre. la nuova mania di Robbie è riportata dal Sun, che rivela come la star abbia trascorso gli ultimi giorni a Tucson, in Arizona, ospite del National Optical Astronomy Observatoires, dove Williams non ha mai staccato gli occhi dai potentissimi telescopi che permettono di guardare da vicino pianeti e astri.

Fin quì,tutto bene, se non fosse che Williams ha chiesto nel dettaglio i coisti dell'apparecchiatura, che si aggirerebbero intorno ai due milioni e mezzo di sterline (circa quattro milioni di euro). Una spesa assolutamente sostenibile per una popstar che, sebbene abbia completamente dimenticato la necessità di scrivere canzoni nella vita per essere considerata tale, ha comunque un patrimonio invidiabile. sembra dunque che Robbie voglia passare all'azione per entrare definitivamente in contatto con gli alieni: "Qualsiasi cosa riguardi lo spazio lo affascina - riferisce il tabloid - E' praticamente rapito.

A rinforzare la tesi dell'illuminazione di Robbie, anche la sua frequentazione assidua, negli ultimi mesi, con l'ex conduttore sportivo David Icke, da sempre sostenitore di tesi alquanto bizzarre: è infatti convinto che i leader del pianeta, da George Bush a Tony Blair, siano rettili alieni con le sembianze umane.

AGI

 

 

 

ATTENZIONE !

Invitiamo tutti gli aderenti, Ex aderenti o intenzionati al'adesione, di prendere contatto con il C.A.U. tramite E-Mail:cauitalia@email.it , per una importante comunicazione di servizio.(possibilmente entro fine Febbraio 08)

Notizia importante!!

 Un esperto dell' aviazione francese si è fatto avanti per rivelare la sua partecipazione all' incontro segreto tenutosi al quartier generale delle NU di New York, dove si è discusso del fenomeno UFO dal 12 al 14 febbraio. Gilles Lorant è assegnato al Centro Nazionale della Ricerca Scientifica (CNRS-National Center for Scientific Research) che è una organizzazione finanziata dal governo, sotto l' autorita amministrativa del Ministero Francese della Ricerca. E'
anche

membro dell' Istituto per gli Studi Avanzati per la Difesa Nazionale (IHEDN- L'
Organizzazione Francese che ha prodotto il Rapporto COMETA del 1999). Sia il CNRS che l' IHEDN sono prestigiose organizzazioni scientifiche in Francia e Lorant è stato invitato all' incontro delle NU come capace professionista. Un rapporto ( ) rilasciato da una organizzazione ufologica francese (Federation of European Airplane), di cui Lorant è membro esecutivo, contiene un sommario dell'
incontro alle NU dove ha descritto cosa è accaduto.


Lorant ha rivelato che si sono tenuti una serie di incontri alle NU in un periodo di 3 giorni. Nelle riunioni si è discusso di un rapporto confidenziale, preparato dall' Air Force USA e da una branca della Guardia Nazionale, in merito all' impatto sociale degli avvistamenti UFO. La riunione iniziale si è tenuta il
12 Febbraio e, in base al rapporto di Lorant, ha portato alla richiesta di 3 Senatori USA per ulteriori discussioni.


Si sono tenute ulteriori riunioni immediatamente dopo, il 13 e il 14 febbraio.
Tre Senatori USA hanno partecipato alle riunioni. Queste erano incentrate molto sullo sconvolgimento sociale dovuto ai continui avvistamenti UFO e le testimonianze di individui che affermano di aver conoscenze di prima mano sugli UFO, la vita extraterrestre e i futuri eventi globali. Si è riportato che reazioni avverse del pubblico agli avvistamenti UFO potrebbero avere drammatici impatti economici, che porterebbero la recessione in alcuni paesi.

L' enfasi sul possibile sconvolgimento sociale dovuto ai continui avvistamenti UFO ricorda la conferenza Robertson del 1953 ( ), indetta dalla CIA, che identifico' le reazioni del pubblico come un pericolo per la sicurezza, sfruttabile da nemici stranieri. La discussione alle NU si identifica sia nella conferenza Robertson del 1953 che nel Rapporto Brookings del 1961 ( ) al Congresso USA, sulle ramificazioni dei rapporti UFO e la scoperta eventuale di vita extraterrestre.


Il 2009 è stato identificato come l' anno per cambiamenti importanti nell'
atteggiamento ufficiale in merito al fenomeno UFO. Questo suggerisce che la politica di discredito che continua dal Robertson Panel del 1953, verrebbe abbandonata e ne seguirebbe uno studio piu' serio sul fenomeno. Questo indica un cambiamento di politica importante, dove lo studio sugli UFO verrebbe incoraggiato.

Comunque, certe condizioni globali andrebbero affrontate per l' apertura ufficiale. Risultano piu' importanti la stabilità sociale nei paesi del G-8 e il mantenimento dei sistemi democratici nello sviluppo delle nazioni. Loranti suggerisce anche che un' apertura ufficiale continuerebbe solo se gli avvistamenti UFO restassero alle frequenza odierna.


La testimonianza di Lorant fornisce un riscontro indipendente alle fonti anonime che si sono rivelate il 12 febbraio ai ricercatori Claw e Shawn Pickering sull'
avvenimento alle NU. La testimonianza di Lorant fornisce informazioni piu'
dettagliate su cio' che è avvenuto alla riunione e coincide con le affermazioni della fonte originale, in merito ai 40 partecipanti, ai multipli argomenti affrontati sul fenomeno UFO e alla reazione pubblica per l' aumento di avvistamenti. cosa piu' importante, Lorant fornisce approfondimenti sulle ragioni per un significativo cambiamento alla politica ufficiale sul fenomeno UFO.


I risultati della riunione alle NU indicano che sia stato preso accordo per una strategia internazionale per uno studio maggiore sul fenomeno UFO, in modo da mantenere la stabilità sociale. Questo alza la possibilità che le informazioni presentate sulla vita extraterrestre e sugli UFO, indicate come minacce alla stabilità nazionale o ai sistemi finanziari, riceverebbero attenzioni speciali dalle agenzie per la sicurezza nazionale.

Comunque, chi affermasse di avere esperienze in prima persona con la vita extraterrestre, verrebbero dichiarato ciarlatano. La riunione alle NU suggerisce la continuazione della politica di divisione nella comunità ufologica, tra i ricercatori che si mantengono allo stretto studio scientifico sul fenomeno UFO e quelli che discutono sulle testimonianze e documentazioni in merito alla visita extraterrestre sulla Terra.
Un articolo sul "Galactic COINTELPRO" è disponibile qua .



La testimonianza di Lorant suggerisce che i governi si stanno spostando verso un approccio maggiore al fenomeno UFO a causa dell' aumento di avvistamenti e questo continuerebbe fino al 2009. Segue ora un sommario sull' incontro alle NU basato sulla testimonianza di Lorant, apparsa sulla nesletter della FEA ed è disponibile qua in lingua francese originale.

********

(Riconoscimenti) Ringrazio Didier de Plaige per questa assistenza nel confermare l' informazione di Gilles Lorant e per la prima rivelazione sul suo blog in merito a Lorant che al tempo ha richiesto l' anonimità. Ringrazio anche Jean-Luc Bozzoli e Victor Viggiani per la loro assitenza nella traduzione del documento originale in francese.

Newsletter No.4 della F.E.A., 25/02/2008 Postata da Jean-Jacques Yvars..

Cari amici,

..

Per ragioni strettamente professionali e per coincidenza, un membro attivo del FEA è stato invitato alle NU di New York nella settimana iniziata il giorno 11 febbraio 2008. Questa persona ha preso parte allo sviluppo di discussioni sul soggetto UFO, dopo la riunione del 12 febbraio. Queste discussioni alle NU, hanno portato a ulteriori deliberazioni durante tre conferenze tenutesi a porte chiuse il 13 e 14 febbraio, alle quali il nostro membro ha avuto onore di partecipare.

Questo è il sommario dei minuti che Mr. Gilles Lorant, invitato alla riunione, ha condiviso con noi su cio' di cui si è parlato alle NU di New York:


Il 12 febbraio, l' Air Force USA e la Guardia Nazionale avrebbero effettivamente presentato una relazione sul soggetto UFO e l' impatto degli avvistamenti in molte comunità negli Stati Uniti. In quanto questa relazione è stata considerata importante per i paesi industrializzati, i rappresentanti di diversi paesi sono stati invitati a partecipare. Quindi, alla richiesta di 3 Senatori degli Stati Uniti, si sono effettuate tre riunioni nei due giorni seguenti, in presenza di 40 rappresentanti di 28 paesi, incluso il Vaticano (due paesi non hanno mandato rappresentanti).

In entrambi i giorni, il soggetto UFO è stato discusso, per non meno di un'
ora
e mezza, come una delle cause di confusione sociale di un paese, dovuta all'
alta probabilità di recessione economica per questi discorsi di "contattati", ciarlatani, figure religiose, alcuni scienziati e profezie. Gli avvistamenti UFO aumentano chiaramente il rischio di disordini sociali che minacciano i
sistemi politici di diverse democrazie emergenti.

In accordo con Mr. Gilles Lorant, è stato discussa l' apertura ufficiale, considerando in futuro come trattare il fenomeno UFO.
Un' apertura ufficiale avverrebbe sotto due condizioni:


1) Fino alla fine del 2009, se la pace sociale nei paesi del G8 venisse garantita col modello liberale democratico (versione US)

2) Per la fine del 2009, se gli avvistamenti UFO disturbassero ancora nel mondo.

Inoltre, è stato anche discussa la posizione da adottare in caso che un paese non-allineato decida di rendere pubbliche le proprie ricerche sugli UFO. L'
atmosfera era seria, secondo Mr. Lorant, i partecipanti eran, infatti, consci della "presenza dei nostri vicini di casa" nel nostro ambiente.


Conclusioni:

La proposta concordata presso le Nazioni Unite da parte dei rappresentanti di
28
nazioni, nel corso di questi scambi, è di primaria importanza per il riconoscimento pubblico del tema. Il trattamento ufficiale delle informazioni relative agli UFO potrebbe essere un punto di svolta a livello internazionale, se le circostanze restano favorevoli. I prossimi anni potrebbero mostrare un sorprendente sviluppo di documenti sul tema da parte dei nostri governi.

*********
Inoltrate come desiderate. E' garantito il permesso di circolazione tra privati e gruppi, di postare su ogni sito Internet e pubblicare in pieno senza scopo di profitto. Contattare l' autore per gli altri diritti, che sono riservati.



Michael E. Salla, Ph.D
Kona, Hawaii
01/03/08

http://exopolitics.org/Exo-Comment-67.htm

Tradotto da Richard per Altrogiornale.org

http://www.altrogiornale.org/news.php


 


 
 

Più atenzione dei T.G. americani su argonento Ufo ?

Abbiamo contattato il nostro corrispondente C.A.U. in Florida (USA) per conferme sulla tematica "Maggior frequenza sui T.G. americani argomenti UFO" . Al momento ci è solo stato confermato l'effettiva maggior frequenza, nonostante attualmente ci sia ben altro di qui parlare (l'elezione del Presidente più importante del mondo). Appena ci perverranno notizie di eventuali notizie eclatanti, faremo modo di divulgare a tutti quanto si saprà.

Abbiamo anche contattato il nostro corrispondente C.A.U. in  La Paz (Bolivia) per capire se è solo un fatto americano o piuttosto un fatto a livello mondiale. Per il momento non ci è pervenuto nulla di preciso per motivi temporali, ma presto avremo notizie a riguardo.

Con il  nostro corrispondente C.A.U. in Bielorussia, ci sono problemi di comunicazione che cercheremo di sistemare al più presto.

 Ci è pervenuta tramite E-Mail questa foto, che stiamo analizzando. siamo in attesa di avere dal testimone altre foto per una comparazione....

        

 

Foto scaricata (Creative Commons V.3.0.)

 

 

INGRANDIMENTO DEL PARTICOLARE  CON UFO ?

Cattata  il 10.01.2008  in Val di Susa (Cels di Exilles)

con cellulare Samsung

30.11.2007

UFO SU STRESA

Fotografato un ufo su i cieli di Stresa. Tre foto straordinari

23.07.07

Importanti rivelazioni , clicca su

www.segnidalcielo.it

 

 

Controlla periodicamente questa pagina, troverai notizie dell'ulima ora su argomento Ufo e affini ciao.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Home page gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!